Capri – Casa vinicola Tiberio

Passeggiando lungo i sentieri dell` isola di Capri rimarrete incantati alla vista dei vigneti coltivati su terrazzamenti che scendono a picco verso il mare.

Da queste vigne si ottiene un antichissimo vino, dal nome “Capri”,già  noto ai tempi dei romani.

Il vino Capri è stato tra i primi vini della Campania, nel 1977 a ottenere il marchio DOC. Tra le cantine più note dell`isola spicca la casa vinicola Tiberio, già  nota come “Cantina Isola di Capri”.

Il Cannonau di Sardegna

Dopo avere proposto una rassegna dei più noti formaggi tipici sardi, non potevamo che invitarvi a scoprire un vino importante proveniente da questa splendida terra.

Il Cannonau di Sardegna è un vino che si ottiene dalla varietà  Cannonau, importata in Sardegna dalla Spagna dove è conosciuto come Alicante. A S. Margherita di Pula, la azienda Feudi della Medusa produce il Cannonau di Sardegna Doc “Grenache Sardo”.

Barolo di Elio Grasso

La profonda passione per il vino e l`attaccamento alla terra ha permesso alla famiglia Grasso di realizzare un barolo di eccezione, Barolo Gavarini Vigna Chiniera. La location è Manforte d`Alba, capitale del Barolo e sede di prestigiosi cru.

La varietà  è il nebbiolo, un vitigno autoctono piemontese presente in cinque vini Docg: Barolo, Barbaresco, Gemme, Gattinara e Valtellina superiore. Gavarini Vigna Chiniera è il nome della vigna cru che si estende su una superficie di 3 Ha a 350 m.s.l. con esposizione a sud, su un terreno calcareo-sabbioso.

Nebbiolo DOC Tenuta Rocca

Dopo avervi parlato del tartufo e dopo avervi proposto una sfiziosa ricetta a base del prezioso e gustoso fungo ipogeo, non potevamo non suggerirvi anche l`abbinamento di un idoneo vino da abbinare.

I suggerimenti enologici per un buon abbinamento al profumo del tartufo sono svariati, per l`abbinamento al risotto con tartufo e salsiccia vi proponiamo un Nebbiolo DOC Vigna Sorì Ornati, della Azienda Agricola Tenuta Rocca di Monforte d`Alba (CN).

Bricco dell`Uccellone

Bricco dell’Uccellone, nome un po` inquietante e goliardico, ma stiamo parlando di uno dei migliori rossi italiani un Cru di Barbera d`Asti.

Il vitigno, a bacca rossa, conferisce al vino un colore rubino intenso, profumo fruttato, si tratta di un Barbera 100%, le uve non vengono tagliate e provengono tutte da Rocchetta Tanaro.

La nascita dell`Uccellone si deve a Giacomo Bologna, fondatore della cantina Braida.

La vendemmia avviene nel mese di Ottobre, le uve vengono lasciate a macerare per ventidue giorni e successivamente avviene la maturazione in piccole botti di rovere e poi in barriques per almeno due anni.

Il risultato finale è notevole, sapore asciutto e gradevole al palato, struttura notevole e profumi intensi di frutti rossi con note di vaniglia, liquirizia e di rovere. Caratteristica la lunga persistenza aromatica.

Tauleto San Giovese, un vino, ma non solo

L`azienda che produce il Tauleto SanGiovese nasce nel 1965 sulle colline di Castel san Pietro, alle porte di Bologna, sulla Via Emilia con soli venti ettari di vigneti grazie alla passione di Umberto Cesari.

Il vino che produce è forte, rosso imponente, dal gusto pieno e morbido e dal bouquet ricco con note dominanti di frutta rossa e fiori viola, oggi l’azienda, a gestione familiare si estende per circa 100 ettari e il prodotto è rinomato e famoso in tutta Italia.

La signora Giuliana Cesari ha dunque voluto trasferire l`aroma indistinguibile in una vera essenza, è così che nasce la prima wine fragrance, dal sogno di un profumo al vino divenuto realtà  e subito appoggiato con entusiasmo da uno dei creatori di essenze più noti….,

Sangria, come si prepara

Preparare una fresca Sangria è veramente facile. La sangria è una bevanda spagnola a base di vino rosso e frutta, dall`aroma dolce e fruttato e dal sapore rinfrescante. Questo vino viene di solito servito freddo ed è l` ideale in estate; non a caso in Italia è uno dei drink più famosi che accompagna da sempre con successo le grigliate estive sulla spiaggia. Il nome sangria deriva dal termine sangre che vuol dire sangue, proprio per il suo caratteristico colore rosso molto intenso. Di questa bevanda ne esistono diverse versioni, ogni zona della Spagna infatti ne produce una propria; per esempio un tipo molto particolare di sangria è quella bianca, anche se nel mondo è ancora poco conosciuta.

Vini e pagelline frettolose

Escono in questi giorni le guide enogastronomiche, di svariate case editrici italiane, che ci dicono come si mangia nie migliori ristoranti (e quali sono) come si sta nei bar più belli della penisola e quali siano i vini migliori usciti dalle cantine in questo anno. E’ proprio sui vini vorrei dilungarmi un po’.

Mi capita spesso di bere vini che sono troppo giovani per poter essere degustati nel pieno della loro bontà , e questo, che in passato era prerogativa dei vini rossi, tocca sempre più anche i bianchi persino i cosidetti base.