Gazpacho ghiacciato

Una zuppa fredda a base di verdure: è il gazpacho, un piatto estivo amatissimo in Spagna e consacrato anche dalle pellicole di Pedro Almodovar (vedi Donne sull’orlo di una crisi di nervi) dove veniva servito come bevanda.

In Spagna ne esistono moltissime versioni piccanti o speziate, si dice addirittura 50 se non di più, diffuse soprattutto in Andalusia. 

Melanzane alla catalana

Anche se l’astice alla catalana resta uno dei piatti più famosi della cucina della Catalogna, un’altra pietanza piuttosto rinomata sono le melanzane alla catalana. 

Si tratta di un contorno piuttosto facile da realizzare che vi permetterà di gustare i sapori tipici della Spagna, magari per una cena a tema. Caratteristica delle melanzane alla catalana sono i due tipi di cottura: vanno prima fritte e poi ripassate in forno

Astice alla catalana

L’astice alla catalana è una ricetta tipica spagnola della Catalogna, regione della Spagna.

Si tratta di un piatto che può essere servito sia come antipasto importante, ma anche come secondo, altrettanto importante.

È poco calorico e molto digeribile: si tratta di un piatto con crostacei arricchiti da cipolla e pomodori. Naturalmente oltre al classico astice potrete preparare anche gli scampi o l’aragosta alla catalana seguendo lo stesso procedimento e creando la stessa marinatura. 

Patatas bravas

Cotte al forno, lesse o fritte, le patate sono deliziose in qualsiasi modo vengano cucinate: prepariamo oggi le patatas bravas, un piatto tipico della cucina spagnola. Si tratta in pratica di patate fritte (patate selvagge secondo la traduzione) rese particolari dal gusto piccante che le contraddistingue. Una vera ghiottoneria ideale anche come aperitivo o come antipasto.

Crema di mandorle alla contadina ricetta catalana

Un dolce semplice e veramente facile da realizzare, che racchiude in se i sapori mediterranei che costituiscono uno dei tratti tipici della cucina catalana, così ricca di influenze provenienti dai paesi con cui confina: dal vicino mahgreb il gusto per le spezie orientali, il cumino e la cannella, dalla cucina francese la raffinatezza nella realizzazione di determinati piatti e gli accostamenti inconsueti, dal Mediterraneo i sapori eccelsi dell’olio di oliva e del pesce.

Per realizzare questo dolce occorre la farina di mandorle, un prodotto di non facile reperibilità nei grandi magazzini ma sicuramente facile da trovare nei negozi biologici o specializzati in pasticceria. Si può comunque bypassare il problema utilizzando un normale frullatore di una certa potenza, con il quale ridurre appunto in farina le mandorle.

Gazpacho spagnolo

Sarà  la primavera, sarà  che spero l’estate arrivi al più presto, ma oggi ho deciso presentarvi un piatto adatto ai mesi più caldi data la sua inimitabile freschezza, si tratta del gazpacho. Il gazpacho è un cibo tipico della Spagna e in particolar modo della regione andalusa.

Questo piatto è molto conosciuto in tutto il mondo, sia per la sua bontà  e per la sua freschezza, sia per la sua leggerezza e per la sua composizione estremamente energetica; il gazpacho è infatti un frullato di verdure che va servito inesorabilmente freddo.

Sangria, come si prepara

Preparare una fresca Sangria è veramente facile. La sangria è una bevanda spagnola a base di vino rosso e frutta, dall`aroma dolce e fruttato e dal sapore rinfrescante. Questo vino viene di solito servito freddo ed è l` ideale in estate; non a caso in Italia è uno dei drink più famosi che accompagna da sempre con successo le grigliate estive sulla spiaggia. Il nome sangria deriva dal termine sangre che vuol dire sangue, proprio per il suo caratteristico colore rosso molto intenso. Di questa bevanda ne esistono diverse versioni, ogni zona della Spagna infatti ne produce una propria; per esempio un tipo molto particolare di sangria è quella bianca, anche se nel mondo è ancora poco conosciuta.

Paella spagnola

La paella è nota soprattutto come paella valenciana, infatti è proprio da questa zona della Spagna che proviene questo ricchissimo piatto. In passato la paella era un pasto popolare, umile, il riso si condiva con quello che c`era in casa e molti ritengono che proprio da questo abbia avuto origine il carattere misto di questo piatto, che mescola carne, pesce e verdure.

In realtà  l`originale versione valenciana prevede solo l`aggiunta di carne e verdure al riso. Oggi Valencia è la terza città  più popolata della Spagna ed è un importante porto che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Esistono molte varianti della paella: c`è quella “de marisco con frutti di mare, quella de pescado con pesce e verdure; insomma, gli ingredienti cambiano in ogni versione, gli unici che restano fissi sono riso, zafferano e olio d`oliva.

El bulli – 2006 miglior ristorante al mondo

Cari lettori, ieri sera stavo guardando alla tv uno speciale su Ferran Adrià  e il suo arcinoto ristorante El bulli. Sono concorde che si tratti di un esperienza eccezionale sia visiva che per il palato degustare la sua cucina anche se noto che si puo’ fare a meno sia di usare i denti e le mascelle. Mi sono meravigliato della quantita’ di spume, emulsioni e quant’ altro che non necessitano di masticazione, e non sto’ esagerando perche’ la cena si compone di 32 portate distribuite in 5 ore. A dirla cosi’ sembra una cosa molto lunga ma in effetti non lo è; 32 diviso 5 ore (300 min) fa una portata ogni 9 min e anche se leggerissima quasi inconsistente penso sia uno sforzo notevole.