Come preparare lo sciroppo di sambuco

Lo sciroppo di Sambuco è dolcissimo e perfetto per poter preparare cocktail estivi molto freschi, tra cui il cocktail Hugo, originario di Bolzano, ma recentemente arrivato alla ribalta un po’ in tutta Italia.

Può essere preparato in primavera proprio in coincidenza della nascita dei fiori di Sambuco che crescono spontaneamente nei climi miti: il segreto per preparare un ottimo sciroppo di Sambuco è di cogliere i fiori al momento giusto, a metà giornata e i fiori andrebbero raccolti in un luogo non eccessivamente esposto all’inquinamento stradale naturalmente.

Cocktail Hugo

Si chiama Hugo ed è un cocktail destinato a fare tendenza in questo 2013. In realtà lo Hugo non è certo una novità: si tratta di un cocktail ben radicato nella tradizione sudtirolese e trentina: segni particolari, la base di sambuco e la bassa gradazione alcolica (circa 8 gradi).

Tre aperitivi a tema per la Festa della Mamma

In occasione della Festa della Mamma, proponiamo oggi tre aperitivi veloci e freschi per aprire un pranzo dedicato a un giorno importante.

Lo spumante alla rosa, lo champagne con coulis di fragole e l’aperitivo rosè sono tre proposte adatte per l’occasione, per gli ingredienti e il tocco rosa. 

Punch svedese

Generalmente il punch è un tipo di bevanda che viene associata alle feste natalizie, ma nei Paesi anglosassoni e nel Nord Europa viene consumato regolarmente.

Proponiamo oggi il punch alla svedese, la variante nordica della bevanda ideale soprattutto per le serate fredde. 

Il punch alla svedese va servito e bevuto molto caldo ed è una bevanda alcolica a base di Porto, Sherry e Cognac, e molto speziata. 

Black Velvet

Per una cena romantica a due in occasione del giorno di San Valentino che cosa c’è di meglio che aprire la serata con un cocktail speciale?

Osate qualcosa di più dei soliti cocktail e provate un il Black Velvet, velluto blu. Il nome è evocativo e la preparazione è semplicissima. Si tratta di un cocktail a base d’ingredienti tanto speciali, quanto diversi, lo champagne e la birra scura irlandese: il Black Velvet è un cocktail a base della birra scusa irlandese, la Guinness che viene servito soprattutto in occasione del giorno di San Patrizio, patrono irlandese.

La leggenda dice che il Black Velvet sia stato creato nel 1861: sarebbe nato a Londra, in un club per gentiluomini per onorare la morte del principe Alberto di Sassonia, marito della regina Vittoria. Da allora è diventato un classico fra i cocktail e secondo precise documentazioni storiche sarebbe stata la bevanda preferita del marchese Otto Von Bismark, il cancelliere di ferro della Prussia. 

 

Batida de coco


Uno dei cocktail più famosi al mondo è la Batida de coco. Si tratta di un cocktail estivo molto fresco e, così come il mojito ed il sex on the beach, fa parte della così detta famiglia dei “cocktail da party” perché realizzato con alcool, succo di frutta e zucchero.
Il nome deriva dal portoghese “bater”, ovvero battere. In brasile sono numerosi i cocktail a base di frutta realizzati con questa tecnica, il batida de maracujá (frutto della passione), il batida de limão (limone), il batida de mel (miele e succo di limone verde), batida de manga (mango), è al mango, batida de cajú (noce di acagiù), batida de abacaxí (ananas), batida de acerola (ciliegia acerola).

Cocktail alla melagrana

La melagrana è un frutto che vanta innumerevoli proprietà e sebbene sia tradizionalmente associato alle feste di fine anno, andrebbe mangiato con regolarità.

La melagrana fa bene alla pressione, è ricco di antiossidanti, fa bene alla pelle… il sapore un po’ acidulo dei grani è perfetto per la preparazione della classica insalata di buon augurio, ma anche per la preparazione di un cocktail alcolico e colorato che potrete servire in ogni momento dell’anno.

Punch flambè

Popolare nei paesi anglosassoni, ma molto diffuso anche in Italia, il punch è una bevanda tipica delle feste natalizie. E sebbene conosca numerose varianti, sia per quanto riguarda l’ingrediente alcolico principale sia per quanto riguarda gli ingredienti, è sempre molto invitante, ideale per i menù delle feste.

Il punch in versione flambè poi è molto scenografico e sarà perfetto per poter chiudere in bellezza un pranzo importante o semplicemente per poter ricevere i vostri ospiti. 

Caipirinha


Uno dei cocktail più famosi e più buoni al mondo è la caipirinha. Grazie alla sua semplicità e la sua dolcezza è stato classificato tra i 50 cocktail migliori al mondo. Esso ha origini sud-americane, più precisamente brasiliane ed è preparato con lime, zucchero di canna e cachaca ovvero un distillato di zucchero. Il nome deriva da capira (semplice, umile). Nei bar di Salvador e di Rio de Janeiro la caipirinha viene preparata come una sorta di granita mettendo molto ghiaccio e cachaca. Questa variante la rende molto adatta ad essere sorseggiata sulla spiaggia con gli amici mentre si fanno quattro chiacchiere.
In sud america l’alcol e i cocktail sono molto diffusi. Tra i più famosi ricordiamo, oltre la caipirinha, il mojito di origini cubane.

Black Russian


Il cocktail è una bevanda ottenuta dalla combinazione di elementi alcolici, non alcolici e aromi. Un cocktail di buona fattura deve avere struttura, aroma e colore bilanciato. Il termine cocktail apparve per la prima volta nell’edizione del 16 maggio 1806 del Balance and Columbian Repository. Da allora si sono diffusi in tutto il mondo e ne sono stati inventati tantissimi. Tra i più famosi troviamo il Long Island Ice Tea, il Bloody Mary, il Cosmopolitan, la pina colada. Tutti noi possiamo creare il proprio cocktail a nostra immagine e somiglianza, stando attenti però a non esagerare.

Hot Toddy scandinavo

Con le basse temperature e il freddo, l’ideale è riscaldarsi in casa, magari sorseggiando qualcosa di caldo e di invitante.

Fra i vari cocktail internazionali, particolarmente “invernali” proponiamo oggi l’hot toddy, una bevanda calda molto popolare nei gelidi Paesi scandinavi (e un po’ in tutti i Paesi del Nord) per riscaldare le serate in compagnia degli amici, e perché no, delle feste.

Punch di Natale

Il punch è un tipo di cocktail popolare soprattutto nei Paesi anglosassoni, ma entrato a far parte anche della nostra tradizione, associato in particolare alle Feste natalizie. Il punch è una bevanda alcolica che conosce numerose varianti, anche se i classici ingredienti restano  l’arancia o il limone, lo zucchero, l’acqua e l’alcol, generalmente il rhum. 

Proponiamo oggi una variante natalizia della bevanda, il Christmas Punch, o punch di Natale: è più leggero (il rhum viene sostituito dal vino) e molto speziato e rinfrescante. 

Cocktail di gamberi

Uno degli antipasti più apprezzati in tutto il mondo è il cocktail di gamberi. Esso è una soluzione ideale da realizzare non soltanto in occasioni speciali, quale un anniversario o una cena con gli amici, ma anche durante le festività. La preparazione non richiede molto tempo ed il suo sapore molto particolare, dato dai gamberetti, dalla salsa cocktail, creano un sapore che è sia delicato che deciso.

Cocktail di pasta e gamberoni

Ricetta estiva, tipicamente e classicamente mediterranea, codesto piatto, da servirsi sia come primo che, eventualmente, come ricchissimo antipasto, rappresenta un’ottima portata per una tradizionalissima cena fredda che, ne siamo sicuri,  sta già da oggi, primo giorno di primavera, stuzzicando l’appetito di moltissimi dei nostri fedeli lettori.

La decorazione delle coppette con delle code di gambero, infine, potrebbe dare al piatto quella tocco di raffinatezza in più che, ne siamo sicuri, certamente non dispiacerà a nessuno.