Spumante Brut per il brindisi delle feste

Il periodo delle feste natalizie ha una sola protagonista: la tavola! La convivialità non può che aprirsi con un bel brindisi. Per brindare alla salute, alla buona compagnia e allo stare bene insieme, non si può che scegliere uno spumante Brut. Proprio le varie tipologie di brut rappresentano il fiore all’occhiello di Foss Marai, per rendere indimenticabili i momenti di festa.

Spumante Brut

Sangria bianca


Una delle bevande alcoliche spagnole più famose ed apprezzate in tutto il mondo è la sangria. La sangria tradizionale viene preparata con il vino rosso, ma questa versione prevede l’utilizzo del vino bianco come lo spumante o la champagne. Immancabili sono le spezie e la frutta che verranno aggiunte al fine di intensificare il sapore. Può essere servita per accompagnare la paella.

INGREDIENTI (x 8 persone)
1 litro e ½ di vino bianco (spumante o Champagne)
2 limoni
2 arance
120 gr di zucchero
6 chiodi di garofano
3 pezzetti di cannella
1 bicchierino di vodka secca
1 Melone da 1 da 1 kg
2 pesche noci

Ostriche allo champagne

Tradizionalmente il cenone di fine anno viene preparato a base di pesce e per stupire i vostri ospiti potrete proporre per antipasto le ostriche con salsa di champagne.

Un piatto ricco e importante per rendere speciale il vostro 31 dicembre: potrete proporre la salsa allo champagne, ma anche optare per una sostituzione e scegliere un ottimo spumante. 

Risotto al latte con gamberoni scottati

Ecco la ricetta di un risotto fresco e sofisticato: assolutamente necessaria per la riuscita della ricetta è utilizzare il riso Carnaroli, perfetto per i risotti, viste le sue qualità.

Il riso Carnaroli tiene meglio la cottura rispetto ad altre qualità e si accoppia perfettamente con il sapore dei gamberoni alla griglia. 

Asti contro champagne vince grazie a Madonna

Londra, 10 agosto 2010 –In arrivo in estate, come ogni anno, i dati relativi alle vendemmie che rimandano all’autunno che incalza. Quest’anno ciò che emerge è un risultato sorprendente: per la prima volta l’Italia ha superato la Francia per l’export del vino verso gli Usa. Un risultato straordinario, che vede i nostri prodotti sempre più protagonisti dello scenario internazionale. In realtà, già nel lontano 1987 qualcuno si era accorto del potenziale di vini e spumanti italiani. E non parliamo di un illustre sconosciuto, bensì della regina del pop Madonna, che, in occasione del suo concerto allo Stadio Comunale di Torino, il primo della pop star nel Belpaese, scoprì il sapore tutto italiano dell’Asti, tanto da ordinarne circa 1.000 casse per il suo staff durante il tour lungo la Penisola.

Ricetta Bellini

E’ uno degli aperitivi più amati dalle signore per l’eleganza e il gusto fruttato che il Bellini sa esprimere.

Il Bellini è un cocktail che fa parte della grande famiglia dei 60 cocktail mondiali come ad esempio il Margarita, l’Irish Coffee ed il Bloody Mary che abbiamo già  visto all’interno della nostra rubrica di cocktail.

Il Bellini è un ottimo cocktail fresco ideale per l’estate, la sua gradazione dovrebbe essere intorno agli 8 gradi e mezzo e quindi risulta essere molto bevibile anche per quelle persone che non amano il gusto dell’alcool. Il gusto fruttato di pesca lo rende ideale per la stagione estiva. Ecco gli ingredienti del Bellini.

Risotto allo Champagne e Caviale

Preparare un risottino gustoso è sempre cosa buona e giusta, passatemi l’espressione cattolica.

Un risotto, quando cucinato bene, fa sempre gola e la preparazione, anche se richiede un tempo minimo di 40 minuti, non è mai complicata.

La ricetta che voglio presentarvi oggi non si può certo dire che sia un piatto popolare come può essere ad esempio i pizzoccheri, ma al giorno d’oggi è possibile trovare gli ingredienti necessari senza spendere un capitale.

Ribolla gialla – Azienda Banear

Nel cuore della DOC Colli orientali del Friuli, al centro del Parco Naturale del Cormà´r, è situata l`azienda “Banear”. Il nome dell`azienda “Banear” fa pensare a qualche parola del dialetto locale ma in realtà  è formato dalle iniziali dei nomi dei soci fondatori, ovvero Battista, Neveo e Argo Castellarin.

L`azienda Banear possiede circa 350 ettari di vigneto distribuiti sul “Collio” e sui “Colli Orientali del Friuli, entrambi zone D.O.C. altamente vocate alla viticoltura. Attualmente l`azienda Banear sta puntando alla rivalutazione di vitigni autoctoni friulani come la Ribolla gialla, lo Schioppettino, il Pignolo e il Picolit.