Carpaccio di orata

Questa è una ricetta alla quale sono molto affezionato perchè è in grado di regalare al pesce un gusto talmente particolare e gustoso che ragala al piatto un tocco di alta cucina grazia anche ai colori che è in grado di offrire. Una ricetta che sfrutta il pompelmo rosa l’avevamo già  vista con il pesce spada.

La preparazione del carpaccio è molto semplice.

Gallinella all’acquapazza

Continua la nostra rassegna dedicata alle ricette a base di pesce.

La combinazione del pesce lessato con i pomodorini cicliegina freschi è ottima e se poi aggiungiamo un filo di olio di oliva extravergine diventa una ricetta tipica mediterranea molto gustosa.

Pesce spada al pompelmo rosa

Il pesce spada è uno dei pesci più prelibati del nostro mare. E’ ricco di proprietà  molto utili nella nostra dieta ed è molto ricco di fosforo. Un alimento che non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta.

Oggi vi presento una ricetta per cucinare il pesce spada con un contrasto molto particolare grazie all’utilizzo del pompelmo rosa.

Il pompelmo rosa usato in questa ricetta conferisce un gusto amarognolo che contrasta con la delicatezza del pesce; inoltre, il succo rilasciato in cottura forma con l’olio e gli aromi un sughetto molto gustoso.

Capesante gratinate al burro salato

Un ottimo antipasto da cucinare per la domenica pasquale potrebbero essere delle gustose capesante gratinate al burro salato e Gewurztraminer. I crostacei sono un ottimo pesce ricco di moltissime proprietà  molto utili alla nostra dieta e le capesante in particolare si possono cucinare in diverse maniere oltre alla classica gratinatura col pan grattato.

Le capesante al burro salato possono anche essere una deliziosa entrata per il carrè d’agnello che avevamo visto qualche giorno fa proprio in occasione della Pasqua. Vediamo insieme come si preparano.

Pasta e fagioli con le cozze

La pasta e fagioli con le cozze è una tipica ricetta napoletana. Si tratta di un piatto dal sapore ricco e intenso; sicuramente non è un cibo leggero, quindi è preferibile servirlo a pranzo come piatto unico.

Per preparalo potete tranquillamente adoperare i fagioli già  lessati in scatola e usare gli avanzi di pasta che avete in casa, unendoli, per creare una sorta di pasta mista; ottima è anche la pasta in formato tubetti, perfetta per creare un delizioso connubio coi fagioli. I fagioli da utilizzare per questa ricetta sono invece i cannellini, bianchi e di forma allungata, sono ricchi di vitamine e di sali minerali.

Ma passiamo ora alla nostra ricetta.

Tempura giapponese

La tempura è un piatto tipico della cucina giapponese che consiste in un fritto croccante e leggero, fatto di verdure e pesce.

Il nome di questo cibo deriva dal termine latino tempora che indica quattro periodi dell’anno corrispondenti alle quattro stagioni; in questi frangenti di tempo i cristiani evitavano di mangiare carne, nutrendosi solo di pesce e verdure.

Si narra, infatti, che durante il XVI secolo, alcuni missionari portoghesi giunsero sino in Giappone e qui fecero conoscere al popolo del sol levante la tradizione dei tempora; questa consuetudine fu poi personalizzata dai giapponesi che iniziarono a friggere verdure e pesce con una pastella leggera.

Polpo in insalata

Oggi vi proponiamo una fresca ricetta adatta a tutte le stagioni, l’insalata di polpo, da servire fredda o tiepida a vostro piacimento.

Impepata di cozze

Oggi ho deciso di presentarvi un piatto ottimo sia come antipasto sia come secondo, si tratta dell’impepata di cozze. “A ‘mpepat ‘e cozz”, com’è definita a Napoli, è un prodotto tipico della cucina campana.

La cozza o il mitilo è un mollusco dotato di due valve, le quali, all’esterno si presentano di colore nero, mentre all’interno, possiedono un colore madreperlato. La cozza, attraverso l’utilizzo di un particolare filamento, si attacca agli scogli o comunque a dei sostegni solidi, ed è su questi supporti che trascorre la sua vita.

Per preparare il nostro piatto, è importante sapere anche come riuscire a pulire adeguatamente le cozze; di sicuro non è così difficile come può sembrare.

Cous Cous di Pesce

Il Cous Cous, nelle varianti carne, pesce e verdure, è stato introdotto nella ricca e colorita cucina siciliana in seguito alla lunga dominazione Araba.

Nato nella cultura islamica come piatto della pace e della convivialità , era usanza infatti che i commensali attingessero da un unico piatto, è stato ben recepito dai cuochi siciliani, che ne hanno creato numerose varianti, simili nel metodo ma diverse e fantasiose negli ingredienti.

Sushi Giapponese

E` certamente l`elemento gastronomico più di moda degli ultimi anni. Sul modello americano anche in Italia stanno spopolando un po` in tutte le città  i Sushi Bar, locali dove vengono servite le varie pietanza che nel loro insieme definiamo in maniera generica Sushi.

Le origini del Sushi sono antiche è l`accoppiata riso e pesce nasce per la necessità  di conservare il più a lungo possibile il pesce.

Ostriche alla Rockfeller

Le ostriche sono un mollusco a due valve, una delle quali, l`inferiore per la precisione, è di solito più grande. All`esterno le valve sono rugose e grigie, mentre il loro interno è bianco e liscio. Alcune ostriche producono le perle, in particolare quelle dei mari orientali. Il mollusco interno è molto apprezzato come cibo, avendo carni consistenti e saporite. Inoltre questo prodotto risulta essere uno dei cibi più afrodisiaci in circolazione. Secondo le voci più accreditate pare che, per ottenere l`effetto di risvegliare i sensi, debbano essere mangiate esattamente dodici ostriche a testa.

Le ostriche tonde sono più pregiate di quelle allungate, quindi costano di più; il tipo più rinomato è quello chiamato Belon. Per assicurarsi della bontà  dell`ostrica occorre che il mollusco interno sia vivo nel momento in cui si apre la conchiglia. Le ostriche sono ottime come antipasto, crude e condite col limone; ma c`è una ricetta, sfiziosa e particolare, opera della cucina americana, che vi farà  preparare un antipasto con questi molluschi davvero speciale: le ostriche alla Rockfeller.

Colatura di Alici di Cetara

Oggi ho deciso di parlarvi di un prodotto made in Italy di cui ultimamente si è tornato a discutere e che merita davvero l`attenzione di tutto il mondo. Cetara è un piccolo paese di pescatori, situato nella bellissima costiera amalfitana, patrimonio dell`Unesco, caratterizzato da una vasta produzione di tonno e di alici. Si dice addirittura che le alici pescate in questo mare siano le più buone del mondo.

Il nome di questa cittadina pare derivi da alcuni termini latini: “Cetaria”, che significa tonnara, “cetari”, semplicemente venditori di pesci grossi ma anche “Cetus” che vuol dire pesce. Uno dei prodotti tipici di questo incantevole luogo è la colatura di alici. Questa creazione gastronomica deliziosa che rappresenta perfettamente il nostro bel paese, sarebbe una discendente dell`illustre Garum romano, già  citato nelle ricette di Apicio.

Caviale bianco

Quando si parla di caviale, si immaginano delle minuscole palline nere da gustare con del pane alla griglia o con delle tartine di pane morbido. Tuttavia esistono diverse qualità  di uova di storione (Acipenser sturio) a seconda della specie del pesce appunto. La cremosità  dei granuli morbidi del caviale è unica nel suo genere e regala dei profumi inebrianti ad ogni morso. Ci sono varie denominazioni di caviale ma quella unica e originale è quella tout-court ovvero la qualità  persiana dal quale prende anche il nome Khāg-āvar.

Il caviale più caro al mondo è il caviale bianco iraniano (royal caviar meglio conosciuta come Almas) che viene estratto dal beluga con un procedimento manuale che porta poi a una cernita della dimensione delle uova, a una successiva salatura e al confezionamento.

Sushi, una nuova moda?

Sempre con più interesse gli italiano stanno osservendo e dando fiducia ai ristoranti giapponesi tanto da lanciare..