Ricetta risotto al barolo

di Cristina Baruffi Commenta

Il risotto al barolo è un primo piatto tipico piemontese, che si prepara aggiungendo questo pregiato vino a metà cottura...

Il risotto al barolo è un primo piatto tipico piemontese, che si prepara aggiungendo questo pregiato vino a metà cottura, sostituendo buona parte del brodo per ottenere un risultato più deciso.
I mesi precedenti abbiamo preparato altri primi piatti come le pennette panna e funghi, i ravioli ricotta e spinaci e gli gnocchi di patate ai 4 formaggi, ma anche in questo caso gradirete il risultato di questa ottima ricetta che trae spunto dalla cucina italiana.


– 300 g di riso
– ½ lt di Barolo
– ½ lt di brodo di carne
– 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
– 1 cipolla piccola
– burro
– sale

Mettete in una pentola una noce di burro e la cipolla tritata, quando sarà appassita aggiungete in riso e fatelo tostare per alcuni minuti continuando a mescolare. Unite il Barolo e poi quando il riso sarà cotto aggiungete alcuni mestoli di brodo caldo per avere un risultato migliore.
Come ultima fase incorporate una noce di burro e il parmigiano grattugiato per mantecare il tutto.

Curiosità sul Barolo:

Il Barolo è un vino che si ottiene dalla fermentazione del Nebbiolo e prende il nome dalla famiglia Falletti, Marchesi di Barolo che hanno iniziato per primi la produzione di questo vino. Il Barolo ha ottenuto la certificazione di origine controllata e garantita, infatti per ottenere questo prezioso nettare bisogna procedere ad un invecchiamento di almeno 3 anni in botti di rovere o castagno.
Questo vino ha colore rosso intenso e al naso si presenta intenso e persistente con profumi di viola, vaniglia e spezie.
I sommelier abbinano questo vino con carni rosse, brasati, selvaggina e formaggi stagionati, anche se viene considerato un ottimo vino da meditazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>