Risotto zafferano e taleggio, la variazione che piace

di Alba D'Alberto Commenta

Il risotto zafferano e taleggio è una ricetta caratterizzata dal sapore elegante spesso arricchito dall’inserimento di ingredienti molto diversi tra loro. Questa volta la soluzione vegetariana convince più delle altre.

Il risotto allo zafferano che è un piatto tipico della Lombardia, è conosciuto anche come risotto alla milanese. La preparazione del piatto è molto semplice e il risultato è quello di avere sempre una pietanza colorata, del colore dell’oro. La raffinatezza del gusto è indiscussa ma poi a livello regionale si è provveduto a fare delle varianti aggiungendo salsiccia, ossobuco, funghi e anche frutti di mare.

La variante che vi proponiamo oggi è con il taleggio.

Ingredienti per 4 persone

350 gr di riso Carnaroli
1 bustina di zafferano
1,5 litri di brodo di carne
1 cipolla
olio extravergine d’oliva
vino bianco
parmigiano grattugiato
200 gr di taleggio

Procedimento

Preparate un saporito brodo di carne con un pezzo di carne bollita e alcuni ortaggi che siete abituati ad usare, zucchine, carote, patate, cipolle e pomodoro. Ma si tratta soltanto di un esempio.

Quando il brodo è pronto potete procedere con la cottura del riso. Mettete a soffriggere l’olio con la cipolla e poi aggiungete pian piano il riso, unendo il brodo per agevolare la cottura. A vostro piacimento potete usare anche del vino bianco per sfumare il riso. Lo zafferano va inserito a metà cottura del riso, facendo attenzione a farlo squagliare in un po’ di brodo fino ad ottenere una piccola salsa rossastra.

Il risotto alla milanese, che per essere precisi è una variante del risotto allo zafferano, non prevede l’uso del vino e invece prevede l’uso del midollo di bue.

Comunque, quando state per arrivare a fine cottura, prendete il taleggio e fatene dei fiocchetti da inserire nel risotto. Coprire il tutto con abbondante parmigiano grattugiato e fate riposare per 1 minuto. Servite caldo con un bel vino rosso importante, un pinot nero oppure un Franciacorta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>