Una delle specialità della cucina è il Pollo tandoori. Questa pietanza è nata per puro caso grazie ad un esperimento di uno chef di un ristorante della città di Peshawar. Il nome deriva dal forno, dal nome tandoor o tandoori, con il quale viene cotta la carne. Questo forno è in argilla ed ha una forma cilindrica, tali caratteristiche gli permettono di raggiungere la temperatura di circa 480°C.
Altre ricette orientali famose sono la Zuppa di miso e gli Involtini primavera.

INGREDIENTI
1 kg di pollo (cosce e sovracosce)
150 gr di Yogurt bianco
2 gr di curry in polvere
Succo di ½ limone
Sale q.b.
10 gr di pasta di aglio e zenzero pronta
100 gr di pasta per tandoori

PREPARAZIONE
Pulire il pollo togliendo la pelle dalle cosce e le sovra-cosce e metterlo in un contenitore basso e largo. In alternativa possiamo utilizzare altre parti di pollo che preferiamo.
Mettere in una ciotola la pasta per tandoori, la pasta di aglio e zenzero, lo yogurt bianco e il succo di ½ limone. Mescolare il tutto ed infine condire con il curry in polvere e se sarà necessario con del sale. Aggiungere il pollo all’interno della ciotola contenente la marinata tandoori coprendone tutta la superficie ed infine chiudere la ciotola con della pellicola trasparente e far marinare in frigo per 24 ore.
Trascorse le 24 ore mettere il pollo su una teglia rivestita di carta forno e cuocerlo in forno statico alla temperatura di 230°C per 40 minuti. Quando il pollo sarà cotto servirlo ancora caldo accompagnandolo con dell’insalata e del riso pilaf.