Capodanno all’insegna della tradizione italiana a tavola

Capodanno all’insegna della tradizione quest’anno: per salutare il 2012 e accogliere il 2013 gli italiani sembrano voler puntare alla tradizione e festeggiare con un menù tutto italiano, all’insegna del risparmio.

Secondo i dati diffusi dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori, gli italiani punteranno quest’anno su una tavola anti crisi: la maggior parte degli italiani (4 su 5) resteranno a casa dove il budget medio stimato è compreso fra i 20 e 25 euro a persona.

Frittelle di cotechino per riciclare gli avanzi del Capodanno

All’indomani delle festività, in particolar modo di quelle natalizie appena trascorse, non si contano gli alimenti gettati nella spazzatura poiché avanzati in grandissime quantità.

Certamente ciò è dovuto al susseguirsi di pasti e cene quanto mai luculliani che fiaccano lo spirito e l’appetito dei commensali più tenaci che, a fine anno, alla prova del grandioso cenone di Capodanno, cedono senza riuscire a consumare ogni singola imponente portata presentata in tavola.

Cosa cucinare a Capodanno

Nonostante al cenone di Capodanno manchi solamente un giorno, non è troppo tardi per organizzare un ricco ricevimento con amici e parenti o per navigare su internet alla ricerca dell’idea geniale che potrebbe in extremis salvarci dalla nostra indecisione su quale primo o antipasto o dolce servire ai nostri commensali.

Noi, come avrete avuto modo di appurare personalmente, vi abbiamo proposto, nel corso dei giorni scorsi e più ancora indietro nel tempo, numerose pietanze adatte a questo periodo dell’anno, al cenone di Capodanno o al pranzo di Natale in particolare, che siamo oggi felici di riproporvi sinteticamente aggiungendovi, però, un primo piatto che riteniamo essere perfetto.

Stiamo parlando, infatti, del risotto al limone con baccalà.

Passatelli bolognesi per Capodanno

La nostra revisione dei piatti tradizionali da gustare a Capodanno, o per meglio dire nel corso del cenone di San Silvestro, continua con questi passatelli bolognesi, ovviamente in brodo, che risultano essere perfetti, accompagnati da un brodo vegetale e non già di carne, come prosieguo ideale del menu vegetariano per il Cenone Natalizio, o da inserire nei piatti consigliati per risparmiare sul cenone di Capodanno poiché, se preparati in casa, davvero molto economici ed essenziali.

Sfoglia lorda con sogliola e broccoletti

Dopo aver visto come risparmiare sul cenone di Capodanno ci sembra più che giusto, in considerazione del fatto che ancora alcuni giorni mancano all’evento in questione, consigliarvi qualche ricetta veramente economica che, senz’alcuna abilità, riuscirete tranquillamente a preparare con ingredienti semplice, genuini e dal costo decisamente poco elevato.

In questo caso specifico, nel caso in cui si voglia risparmiare ulteriormente, sarà nostra premura sostituire la sogliola con un pesce maggiormente economico o meno pregiato, giacché il risultato sarà comunque eccezionale.

Risparmiare sul cenone di Capodanno

Circa il 4% degli italiani, come recentemente dichiarato da Confesercenti, non festeggerà il Capodanno poiché preda di così gravi ristrettezze economiche da non potersi permettere alcuna  sorta di lusso o di spreco.

Eppure il Capodanno, purché ci si trovi in situazioni di indigenza estrema, andrebbe veramente festeggiato. Con questo, naturalmente, non vogliamo certo indurre ad acquistare più di quanto le nostre risorse permettano o di lanciarci in un inutile quanto sfrenato shopping che ci porti a comprare sgradevoli decorazioni o grasse pietanze.

Pranzo di Natale 2011 ecosostenibile

Anche il Natale 2011, come da molti anni a questa parte, verrà vissuto da una buona parte della popolazione italiana all’insegna dell’ecosostenibilità, ovverosia della razionalizzazione delle risorse ecologiche, così che ogni aspetto delle festività, dai regali agli addobbi all’albero, sia naturale, economico ed ecologico.

Questa tendenza, gradita non soltanto poiché consente di rispettare l’ambiente bensì anche e soprattutto poiché garantisce un notevole risparmio sulle più comuni spese natalizie, è arrivata a riguardare, negli ultimissimi anni, anche il Pranzo e la Cena di Natale, nonché il Cenone di San Silvestro, che sono divenuti sempre più ecochic nella convinzione che una tale ricorrenza, soprattutto a tavola, possa essere estremamente raffinata nonostante la povertà e la genuinità degli ingredienti base.

Menù per Capodanno low cost

Cenone di Capodanno a casa o al ristorante? Ebbene, la scelta per milioni di italiani è sempre di più legata al budget che, spesso, è alquanto scarso specie se nel frattempo, dopo aver fatto i regali di Natale 2011, lo stipendio e la tredicesima sono agli sgoccioli. Ed allora, come preparare a Capodanno, a casa con parenti ed amici, un menù low cost e, comunque, senza farsi mancare nulla?

Innanzitutto quando si fa la spesa è bene dosare gli acquisti evitando di fare incetta di cibo che poi, nel caso peggiore, va a finire nella pattumiera. Con meno di una ventina di euro a persona, infatti, è possibile preparare un dignitoso menù per Capodanno sfuggendo così al cenone al ristorante che costa molto ma molto di più.

Cotechino con le lenticchie, un classico di fine anno

Si approssima ormai la fine dell`anno e con esso la maratona gastronomica nella quale noi italiani ci impegniamo regolarmente.

Il Cenone di San Silvestro è notoriamente l`evento conviviale nel quale si mette più impegno e nel quale si preparano i piatti più particolari. Uno dei classici del Cenone di Capodanno è ovviamente il Cotechino con le lenticchie.

Si tratta di un gustoso salume, che prende il nome dalle “cotiche”. E` infatti cotenna di maiale il rivestimento esterno del cotechino, al suo interno si trova un mix di carne suina, cotenna e grasso. Una pietanza quindi molto gustosa diffusa un po` in tutta l`Italia ma tradizionalmente originaria delle regioni più a nord, Lombardia, Trentino e Veneto, ma anche il Molise ha incluso il cotechino nel suo paniere di prodotti tipici.