Cozze alla vastese o cozze alla tarantina, i grandi dilemmi

di Alba D'Alberto Commenta

Per la serie “I grandi dilemmi in cucina” oggi ci cimentiamo nella comparazione di due ricette a base di cozze, quelle preparate secondo la ricetta vastese (Vasto, Abruzzo) e quelle preparate secondo la ricetta tarantina (Taranto, Puglia). Una battaglia a suon di mitili che vale la pena esplicitare. 

Iniziamo dalle cozze alla tarantina esplicitando gli ingredienti e le modalità di preparazione. Per poi passare alla ricetta abruzzese e a quello che la tradizione culinaria del teatino ci riserva. 

Ingredienti delle cozze alla tarantina

  • 1 kg di cozze
  • peperoncino tritato piccante
  • pepe nero macinato
  • 400 gr di polpa di pomodori
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale
  • 3 spicchi d’aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3 ciuffi di prezzemolo. 

Per la preparazione si procede lavando le cozze bene sotto l’acqua e pulendole dai barbigli. In un tegame vanno messi olio, aglio, prezzemolo e cozze e tutto deve essere sfumato con del vino bianco fino al momento in cui le cozze si siano aperte. Una volta intiepidite si eliminano le valve vuote, si filtra il liquido di cottura e si tiene da parte. In una pentola ampia si fanno imbrunire aglio olio e peperoncino tritato, si aggiunge la polpa di pomodoro e quando è insaporito, dopo cinque minuti, si aggiungono le cozze e il suo filtrato. Dopo altri cinque minuti si pepa e si serve caldo con il pane tostato al forno. 

Ingredienti delle cozze alla vastese

  • 1 kg di cozze fresche
  • pangrattato
  • olio
  • sale
  • trito d’aglio e prezzemolo
  • salsa di pomodoro
  • succo di limone

Per la preparazione di quello che nel vastese considerano un antipasto che fa la differenza bisogna lavare bene le cozze e pulirle accuratamente. I molluschi devono essere aperti a metà, eliminando quelli con le valve vuote. Le cozze si sistemano poi in una teglia, coprendo le cozze con un impasto fatto con pangrattato, salsa di pomodoro per colorare il piatto e un trito di aglio e prezzemolo. Una volta fatto scaldare il fono, le cozze vanno gratinate per una decina di minuti in forno a 180 gradi e servite subito o come piatto freddo. 

Il sapore delle cozze tarantine è certamente più importante e pronunciato ma la delicatezza di un antipasto come lo preparano i vastesi è pur sempre appetitoso. Voi quale preferite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>