Ci si può disintossicare con il minestrone?

di Alba D'Alberto Commenta

La domanda sembra retorica e in effetti lo è considerando che il minestrone oltre ad essere una pietanza indicata per i giorni più freddi, è anche un piatto utile per eliminare le tossine in eccesso, ad esempio al termine di un fine settimana di festeggiamenti. Ma quale minestrone è indicato in fase depurativa? Il cosiddetto minestrone leggero. Ecco come si prepara. 

La prima cosa da fare è prendere una pentola capiente e riempirla di acqua fino a metà. Dopodiché bisogna aggiungere una manciata di sale grosso e metterla sul fuoco. In quel momento dovete iniziare a preparare le verdure, tagliandole a piccole pezzetti. Il consiglio è quello di scegliere le verdure di stagione e poi le verdure preferite. 

In questo periodo potete trovare di certo i cavoli e le carote ma non avrete difficoltà nel reperimento in ogni stagione di zucchine e fagiolini. Magari saranno un po’ cari ma sicuramente disponibili. Per dare corpo al minestrone aggiungete una patata tagliata a pezzettini piccoli. Quando l’acqua bolle potete aggiungere tutte le verdure che avete lavato e pulito e poi anche un cucchiaio d’olio extravergine. 

Fate bollire le verdure per un’ora circa e mescolate di tanto in tanto controllando che il livello dell’acqua sia sempre buono. Quindi a fine cottura, prima di passare tutto nel passaverdure, aggiungete un barattolo di fagioli borlotti. Quando tutto è pronto dovete frullare il passato con un mixer ad immersione e servire alla temperatura preferita. 

Nel caso in cui in famiglia ci siano anche persone che non hanno bisogno di depurarsi, potete bollire nel passato una pastina a piacimento. Il consiglio è di affidarsi a quelle che hanno un tempo di cottura limitato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>