Zeppole Calabresi

di Gabriele Commenta

Rimaniamo sempre in Calabria per proporvi l`interpretazione di un dolce che è presente un po` in tutte..

Zeppole Calabresi finite e zuccherate

Rimaniamo sempre in Calabria per proporvi l`interpretazione di un dolce che è presente un po` in tutte le regioni d`Italia, fatto con ingredienti semplici e dalla preparazione rapida, le Zeppole.

Le zeppole sono presenti come abbiamo detto in diverse cucine regionali e gli ingredienti di base sono perlopiù gli stessi, cambiano gli aromi e l`eventuale ripieno. Solitamente vengono preparate durante le feste di Carnevale, ma tradizionalmente le si comincia a vedere già  dalla sera dell`Immacolata, diciamo che ogni occasione è buona per gustare queste ghiottonerie.


Nella città  di Vibo Valentia ogni anno si organizza la Superzeppolata, una festa popolare dove i pasticceri della città  friggono in un padellone comune, dal diametro di quattro metri, fino ad una tonnellata di impasto per le zeppole per un totale di 100.000 pezzi distribuiti nell`ultima edizione.

Vediamo gli ingredienti e il procedimento per realizzare questo dolcetto allegro e di facile realizzazione.

  • 500 gr di farina bianca
  • 40 gr di semolino
  • 300 gr di zucchero
  • 150 gr di vino bianco
  • 8 tuorli d`uovo
  • olio extravergine di oliva
  • zucchero e cannella
  • sale

In un capiente pentola versare un litro di acqua, lo zucchero, 4 cucchiai d`olio e una presa di sale, portare ad ebollizione. Mescolare assieme la farina bianca e il semolino che in maniera molto veloce dovremo versare nella pentola d`acqua quando questa bollirà , togliendola per un attimo dal fuoco. Riponendo la pentola sul fornello, con un cucchiaio di legno mescolare velocemente per circa dieci minuti, fin quando non otterremo un impasto piuttosto compatto e senza grumi.


Togliere la pentola dal fuoco, quando l`impasto sarà  tiepido, unire il vino bianco e i tuorli mescolando per amalgamarli al composto. Porre l`impasto a raffreddare su una spianatoia, formare delle ciambelle di piccole dimensioni che andranno fritte in abbondante olio bollente. La ricetta originale prevede di friggerle nello strutto, sicuramente più gustoso ma più pesante.

Una volta divenute dorate e croccanti vanno tuffate in un recipiente con una miscela di zucchero e cannella per insaporirle. Molte varianti gustose come quelle che prevedono di unire all`impasto finale gocce di cioccolata, uvetta o anche pezzetti di acciuga. Tutte da provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>