Lo scalcione è una pizza tipica della Puglia, ripiena di olive, porri, capperi e alici salate. Questo piatto viene servito il Venerdì Santo..

scalcione

Ero impegnata a cercare delle ricette pasquali e mi sono imbattuta in questa focaccia, la quale, mi ha ricordato immediatamente la pizza con le scarole che si fa qui a Napoli, così ho deciso di descrivervi come preparare un ottimo scalcione.

Lo scalcione è una pizza tipica della Puglia, ripiena di olive, porri, capperi e alici salate. Questo piatto viene servito il Venerdì Santo, giorno conclusivo del periodo di digiuno quaresimale.

Si tratta di un piatto semplice, dal sapore ricco, non molto grasso e quindi, ottimo non solo durante il digiuno che precede la Pasqua.


Inoltre, lo scalcione contiene le alici sotto sale, le quali, non solo sono povere di grassi ma contengono anche una grande quantità  di fosforo. Per l’impasto della pizza suggeriamo il classico composto a base di acqua, farina bianca, lievito e sale. Passiamo ora alla preparazione dello scalcione:

  • 6 alici sotto sale
  • 300 gr di olive nere
  • capperi sotto sale a piacimento
  • aglio
  • olio
  • pepe
  • 2 porri
  • 800 di pasta per pizza


Prendete le alici, lavatele sotto l’acqua corrente per eliminare il sale, privatele delle lische e ponetele su della carta assorbente. In seguito mettete i capperi a mollo in acqua fredda.

Pulite i porri, lavateli e tagliateli a striscioline sottili. In una padella scaldate l’olio e fatevi imbiondire due spicchi d’aglio. Aggiungete, poi, le alici salate e in seguito i porri.

Lasciate insaporire i porri con le alici e, successivamente, aggiungete i capperi strizzati, le olive nere tagliate a rondelle e un pizzico di pepe. Dividete la pasta per la pizza in due parti diseguali e stendete queste ultime con un matterello, ricavandone due dischi.

Usate il disco più grande per la base del vostro scalcione, ponendolo sul fondo di una teglia imburrata. Sulla superficie riversate il vostro ripieno, poi coprite il tutto con la pasta rimasta. Bucherellate la superficie con una forchetta e fate cuocere in forno caldo a 200° per circa mezz’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>