Burghul alle lenticchie per mangiare i legumi freddi

di Alba D'Alberto Commenta

È vero che siamo ancora a primavera per cui si procederà tra alti e bassi con le temperature ma è anche vero che quando fa caldo i legumi soni uno degli alimenti meno desiderabili, dai grandi come dai piccini. Ma se ne può fare veramente a meno? La risposta, naturalmente, è negativa. 

Ho provato a cercare nei vari archivi di ricette qualcosa che potesse essere a base di legumi ma anche gustato freddo in modo da non dover necessariamente mangiare riso e lenticchie. Anche perché – diciamolo – le cose sane non devono necessariamente fare schifo. 

Ingredienti 

  • 150 gr di burghul a grana fine 
  • 150 gr di lenticchie secche
  • 2 cipolle
  • 5 cucchiai da tavola di olio extravergine d’oliva
  • sale

Procedimento

Lavate le lenticchie e lasciatele in ammollo nell’acqua fredda per le ore indicate nella confezione. Si va dalle due alle 12 ore. Dopodiché scolatele e mettetele a cuocere in una casseruola con una quantità d’acqua che equivalga a una volta e mezza il loro volume.

Quando le lenticchie sono quasi del tutto cotte, aggiungete il burghul mescolando. Aggiungete altra acqua fino a coprire il burghul e le lenticchie. Poi salate e mettete il coperchio. Dovete cuocere una ventina di minuti a fiamma bassa e poi lasciare riposare senza coperchio. 

Intanto a parte fate rosolare la cipolla affettata nell’olio in padella e aggiungetele prima di servire tutto. Si gusta anche freddo ed è ottimo accompagnato dal pane integrale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>