Risotto Giuseppe Verdi

di giannni puglisi Commenta

Da uno chef francese un risotto omaggio al celebre compositore italiano

Il 2013 è l’anno verdiano in cui si celebra il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, il maestro di Busseto: ricordiamo oggi il celebre compositore italiano proponendo la ricetta del risotto Giuseppe Verdi.

Si tratta di un primo piatto ideato dallo chef francese Henry-Paul Pellaprat che lo dedicò all’autore della Traviata. Oltre ad essere un grande musicista Verdi amava cucinare e non disdegnava la buona tavola e la compagnia.

Il risotto Giuseppe Verdi in effetti è un omaggio al compositore italiano a base di asparagi, funghi e prosciutto, alimenti della terra d’origine del compositore, l’Emilia Romagna.

 

INGREDIENTI per 4 persone

 

  • 300 gr di riso carnaroli
  • 60 g di burro
  • 80 g di funghi coltivati
  • 80 g di punte di asparagi
  • 80 gr di prosciutto di Parma
  • 80 gr di pomodori pelati
  • 5 cl di panna da cucina
  • Un litro di brodo di carne
  • 80 gr di parmigiano reggiano
  • Mezza cipolla affettata

 

RISOTTO ASPARAGI 

RISOTTO MARI E MONTI

 

 

PREPARAZIONE

Preparate tutti gli ingredienti, la cipolla, i funghi, gli asparagi.

Pulite e tritate la cipolla. Pulite i funghi e tagliate via anche la punta del gambo: se necessario pulite i funghi utilizzando anche un panno umido, poi tagliateli a rondelle sottili. 

Lavate gli asparagi, togliete i gambi e lasciate cuocere le punte in acqua bollente per circa 5 minuti. 

 

Adesso tagliate il prosciutto a listarelle sottili e poi i pomodori pelati a cubetti.

Prendete una padella larga e mettetevi all’interno metà del burro, poi non appena si sarà sciolto aggiungete anche la cipolla tritata. Quando si sarà imbiondita aggiungete anche il riso e lasciatelo tostare a fuoco vivace per un minuto circa, o comunque fino a quando non sarà diventato trasparente. Nel frattempo continuate sempre a mescolare.

Successivamente aggiungete i funghi, poi il prosciutto, gli asparagi e il pomodoro a cubetti. Adesso aggiungete il brodo uno o due mestoli alla volta: continuate a mescolare e quando si sarà assorbito aggiungete altro brodo.

Dopo circa 10 minuti dall’inizio della cottura dovrete aggiungere anche la panna per renderlo più cremoso. 

Lasciate terminare la cottura per altri 8 minuti, poi togliete la padella dal fuoco: amalgamate anche con l’altra metà del burro e del parmigiano e continuate a mescolare fino a quando non sarà diventato molto cremoso.

Servite ben caldo nel piatto di portata.

 

 

Foto Thinkstock