Cosa comporta mangiare i broccoli

di Alba D'Alberto Commenta

L’autunno è iniziato solo da pochi giorni, ma le nostre tavole si sono già riempite dei prodotti di stagione. Tra questi i broccoli, ortaggi molto utili anche contro i malanni tipici del periodo. I broccoli, infatti, sono ricchi di vitamine, nutrienti che ci aiutano a combattere le malattie da raffreddamento e la stanchezza. Vediamo quindi quali sono le proprietà dei broccoli e cosa comporta mangiarli. 

Cosa comporta mangiare i broccoli

I broccoli sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere – nella quale troviamo anche i cavoli e i cavoletti di Bruxelles – ricchi di vitamine e sali minerali, come ad esempio il potassio, il ferro, il calcio e il fosforo. Tra le vitamine, invece, utili ad esempio anche in caso di prime influenze, è molto presente la vitamina C. I broccoli, inoltre, contengono un elevato quantitativo di fibre e possono essere utilizzati per depurarsi e disintossicarsi. 

Potete mangiare questi ortaggi, infine, anche come valido aiuto contro l’ictus, aiutati dal fatto che possono essere cucinati in tanti modi diversi.

Tra le principali caratteristiche dei broccoli vi è la loro capacità di proteggere le vie aeree. Mangiando i broccoli in autunno, cioè, non andrete di certo incontro a problemi e sofferenze ai danni della faringe, della laringe o della trachea, più soggette ad infiammarsi ai primi freddi ma sarete protetti da una sostanza chiamata sulforano.

L’odore dei broccoli, soprattutto in cottura, è particolarmente intenso, come quelle delle altre verdure della famiglia. Al gusto la sensazione migliora, ma non tutti li apprezzano, proprio per questo motivo, soprattutto i più giovani. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>