Lugana Gran Guardia – Montresor

di Gabriele Amodeo Commenta

La storia della famiglia Montresor ha origini antiche e nobili che risalgono alla seconda metà  del seicento..

La storia della famiglia Montresor ha origini antiche e nobili che risalgono alla seconda metà  del seicento,in Francia quando il loro capostipite, il conte Claude de Montresor, era consigliere del duca D`Orleans. In quell`epoca una parte della famiglia Montresor si trasferì dalla Francia in Veneto dove acquistarono terreni vitati con l`intento di produrre vino.

Dall`ora ad oggi si sono succedute diverse generazioni di produttori che hanno portato l`azienda Montresor ad essere una delle più famose del mondo. Attualmente l`azienda è gestita da Paolo e Giorgio Montresor che con un centinaio di ettari di vigneto producono vini bianchi, rossi e spumanti. Oggi vi proponiamo un vino bianco importante, il Lugana Gran Guardia Montresor.


Il vino Lugana si ottiene dal vitigno Trebbiano di Soave, localmente chiamato Trebbiano di Lugana, coltivato esclusivamente a sud del lago di Garda in Lugana. La Lugana è una zona che comprende il comune Veneto di Peschiera del Garda e quelli Lombardi di Pozzolengo, Desenzano del Garda, Sirmione e Lonato. Le uve del Trebbiano Lugana, dopo la raccolta vengono sottoposte a una pressatura soffice con macerazione delle bucce.


Il 70% del mosto viene fatto fermentare in silos di acciaio a temperatura controllata mentre il restante 30% viene fatto fermentare in botti di rovere. Il Lugana Gran Guardia Montresor è un vino dal colore giallo paglierino dai riflessi verdognoli. Il profumo è intenso e fragrante con un bouquet molto ricco nel quale dominano sentori fruttati di pesca e susina. La freschezza e l`acidità  del Lugana Gran Guardia Montresor lo rendono adatto ad accompagnare minestre, carni bianche, formaggi della Franciacorta e soprattutto pesce di lago come il coregone , il luccio e il rarissimo carpione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>