Sfogi in Saor

di Alba D'Alberto Commenta

La tradizione veneta prevede le sfogi in saor. Sono sogliole in sapore, da assaporare nel giorno di Natale. Come si preparano? Quali sono gli ingredienti necessari?

Ingredienti

  • 4 sogliole da 300 grammi circa l’una;
  • cipolla;
  • aglio;
  • aceto;
  • vino bianco;
  • alloro;
  • uvetta sultanina;
  • pinoli;
  • chiodi di garofano;
  • cannella;
  • sale;
  • pepe;
  • farina;
  • olio;

Preparazione

Nettate, spinate e sfilettate le sogliole. Passate ogni filetto di sogliola nella farina e friggetelo a color d’oro in abbondante olio bollente. Poi fatelo sgocciolare su una carta che ne assorba il grasso in eccesso.

Quando saranno tutti fritti mettete i filetti di sogliola in una terrina. Versate in una padellina un bicchiere di olio e in esso fate appassire, senza prendere colore, una cipolla di media grandezza ritagliata in fette sottili. Bagnate la cipolla con un bicchiere di aceto, e un bicchiere di vino bianco. Fate bollire il tutto per qualche minuto.

Aggiungete quindi, fuori dal fuoco, due foglie di alloro, 50 grammi di uvetta sultanina precedentemente messa a rinvenire in acqua fredda e poi sgocciolata, 50 grammi di pinoli, due chiodi di garofano, un pizzico di cannella e uno di pepe.

A questo punto, mescolate e versate la marinata sulle sogliole. Coprite la terrina e tenetela in un luogo fresco per almeno due giorni prima di consumare la pietanza. Attenzione, però! Non tenetela in frigorifero.

Gli sfogi in saor, dunque, sono pronti per essere assaporati. Il consiglio è quello di accompagnarli ad un vino bianco. Quale? E’ preferibile degustare un buon Tre colline della cantina Val di Sol.

Non resta che augurarvi buon appetito!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>