Come usare una zucca spaghetti cotta male

di Alba D'Alberto Commenta

La zucca spaghetti è quella zucca che quando viene bollita, con tutta la buccia, una volta ultimata la cottura è possibile ricavarne degli spaghetti. La sua polpa si trasforma in filamenti, a meno che, come può capitare, non sappiate che non vanno mai lasciate più del tempo della cottura in acqua. Altrimenti che si fa?

È una ricetta da cuoco pasticcione, diciamolo, ma può capitare di ritrovarsi con una zucca spaghetti (non avere il gorgonzola) che non dà spaghetti ma una polpa di zucca non proprio invitante a anche sciapa. Con qualche ingrediente si può rendere tutto più gustose senza nemmeno dover ricorrere, come mi capita spesso di consigliarvi, alla frittura. 

Ingredienti

  • la polpa di 2 zucche spaghetti
  • 2 uova
  • 150 gr di parmigiano
  • 1 confezione di panna da cucina piccola
  • 300 gr di funghi
  • 1 salsiccia sbriciolata
  • olio
  • cipolla
  • prezzemolo

Preparazione

Prima di tutto occupatevi dei funghi e metteteli a cuocere in padella con un filo d’olio, un pizzico di sale, la salsiccia sbriciolata, la cipolla tritata e soltanto alla fine anche un po’ di prezzemolo. 

Quando avete cotto i funghi, potete unire ai funghi stessi la polpa della zucca spaghetti, la panna, il parmigiano e le uova. Mescolate fino ad ottenere una purea molto densa e facendo in modo che funghi e salsiccia si sparpaglino per bene nella crema. 

Infornate per una mezz’oretta a 230 gradi ventilando il forno e aggiungendo sulla superficie di questo sformato una bella spolverata di pan grattato e formaggio grattugiato. In pratica si deve formare una piccola crosticina, spezzando la quale entrate nel paradiso del gusto, non proprio light. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>