Come si può conservare il basilico

di Alba D'Alberto Commenta

La bella stagione fa venire voglia di fare l’orto sul balcone. Quando si riesce a non far morire le piante acquistate come ad esempio il basilico, si pone immediatamente il problema della conservazione del prodotto. Ecco come mettere da parte la scorta di basilico. 

Il basilico è molto estivo, ideale per profumare anche i semplici spaghetti al pomodoro. È una pianta super delicata che ha bisogno di cure e va privata di volta in volta delle foglie più grandi per dare modo a quelle inferiori di crescere baciate dal sole. 

Messi da parte i romanticismi c’è da considerare che il basilico in eccesso deve essere conservato e il congelatore non è sempre il solo e unico strumento efficace. Avete infatti almeno due possibilità tra cui scegliere: 

  • il basilico congelato dovreste conoscerlo, insomma, è il sistema di conservazione pi usato. Il consiglio è quello di pulire le foglie di basilico una ad una con un telo inumidito e poi distribuirle su un vassoio rivestito di alluminio. Così vanno poste nel freezer e una volta congelate, possono essere riunite in un sacchetto per alimenti. 
  • Il basilico sotto sale, invece, è un sistema meno conosciuto e praticato ma altrettanto efficace. Bisogna disporre le foglie di basilico in vari strati con il sale fino e terminare proprio con il sale schiacciandolo con un cucchiaino. Poi coprire con un filo di olio e lasciarlo da parte. Funziona per salare i piatti e si conserva anche per due mesi. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>