Il risotto con la verza e il gorgonzola, per rinforzare il gusto

di Alba D'Alberto Commenta

La verza è una di quelle verdure che si può ragionevolmente sfruttare per la realizzazione del risotto  ma la sua dolcezza, estrema rispetto a tante altre verdure da risotto come la cicoria, invita a sperimentarne qualche variante che rafforzi il gusto del piatto. Abbiamo provato con il gorgonzola. Cos’ha di particolare il gorgonzola? Ha la muffa. Va bene, questo si sa. Poi? Ha un sapore forte, quando si assaggia quello originale, non alterato con lo yogurt. In genere il gorgonzola è abbinato a verdure un po’ amarognole come il radicchio, ma se questo formaggio diventasse protagonista con il suo aroma di un altro tipo di risotto “dolce”?

Ingredienti

  • 400 gr di verza
  • 350 gr di riso per risotti
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 1 cipollotto
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 peperone dolce (piccolo)

Preparazione

Prendete un cavolo verza abbastanza grande e tagliatelo a fette. Lavate con cura le vostre fette di verza e poi fatela bollire in acqua salata fino a che le foglie non si sono ammorbidite. Quindi con un forchettone separate le foglie l’una dall’altra e ultimate la cottura. In genere s’impiegano circa 15 minuti dall’inizio del bollore. 

Nel frattempo preparate un soffritto ricco con aglio, cipolla, carota e sedano. Tagliuzzate la verza e fatela ripassare prima di aggiungere il riso. Il riso dovete fare in modo che si tosti per bene, poi potete aggiungere il brodo e procedere con la classica preparazione del risotto. Quando pensate che sia pronto, allora togliete tutto dal fuoco, aggiungete un cucchiaio generoso di gorgonzola e una manciata di pepe. Rimestate fino a che il gorgonzola non ha raggiunto la consistenza della crema e servite caldo in tavola. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>