La ricetta della pasta di nocciole: come prepararla e utilizzarla

di Daniele Pace Commenta

Come preparare la pasta di nocciole

La pasta di nocciole, è una crema dal sapore delicato, che accompagna il dolce ed esalta il salato, per contrasto. Il sapore stesso, cambia a seconda della varietà di nocciole scelto, e la stessa varietà ottenuta, sposando diversi sapori, assumerà una nota nuova. Per ottenere una buona crema, le nocciole andranno tostate: l’ideale, è una tostatura media, che conferisce al frutto la giusta doratura. La crema di nocciole è sena zucchero, ed è naturale al 100%, per cui può essere utilizzata in modo versatile per esaltare il gusto di dolci, impreziosendoli, o per creare dei contrasti originali, abbinando la pasta di nocciole al salato.

 

Il primo step è la tostatura: le nocciole andranno informate per circa 10 minuti a 200 gradi; in questo modo, si otterrà una perfetta doratura; se le nocciole sono già pelate, si possono tostare e poi frullare, se sono ancora ricoperte dalla buccia, bisognerà prima tostarle, e poi strofinarle tra loro, per far si che la nocciola si pulisca del suo naturale involucro. Lo step successivo, sarà la pasta: le nocciole andranno inserite in un robot da cucina, che andrà azionato a bassa potenza; in questo modo, le nocciole inizieranno a spezzettarsi e a triturarsi, cosi da ottenere un primo amalgama; successivamente, il robot andrà aumentato di potenza, per ottenere una pasta e infine, dopo aver raccolto le nocciole sui bordi del contenitore, si potrà azionare la massima potenza ed ottenere una pasta cremosa di nocciole pura.

 

La crema di nocciole, va conservata in frigo, in un contenitore chiuso, che ne favorisca la conservazione. La crema di nocciole, non è spalmabile, perché non ha la consistenza della crema di nocciole morbida, a cui viene aggiunto il cacao e che è utilizzata sia per la guarnizione di torte e dolciumi, sia pura, come crema spalmabile appunto. La pasta di nocciole, ha una consistenza più compatta, tendente al solido: i suoi impieghi sono vari: per dolci, farciture, imbottiture, per impreziosire il caffè, l’orzo e diverse altre bevande, per mantecare i primi piatti o anche per insaporire alcune tipologie di carni.

 

Il caffè alla nocciola, si prepara cosi: alla pasta di nocciola, aggiungere dello zucchero (un paio di cucchiaini per due espresso), e un ciuffetto di panna fresca; agitare il tutto in uno shake e versare l’espresso caldo in questa miscela.

La pasta di nocciola, può essere resa spalmabile, aggiungendo zucchero a velo, cacao e zucchero; le dosi, varieranno a seconda delle quantità. Può essere utilizzata sia sulle carni bianche che sulle rosse, per renderle più delicate.