L’alimentazione sana è tutta una questione di rispetto delle regole

di Alba D'Alberto Commenta

L’alimentazione sana è un imperativo ma per rispettarlo pedissequamente occorre seguire delle regole ferree e noi ve ne proponiamo qualcuna per mettere la pancia da parte e lavare la coscienza.

Per una sana e corretta alimentazione ci sono delle regole da seguire e la prima riguarda il numero di pasti giornalieri. Per i ragazzi, così come per gli adulti, devono essere almeno cinque: la prima colazione, il pranzo, la cena e due merende, una prima di pranzo e una prima di cena, diciamo anche pomeridiana.

La seconda regola deriva dalla prima perché riguarda la colazione che va considerato un pasto fondamentale e deve essere consumato da grandi e bambini, insieme. Non bisogna essere frettolosi o correre il rischio di finire questo pasto in macchina magari mentre si va verso scuola.

La terza regola è quella della varianza. Quello che si mangia non deve soltanto piacere, ma non deve annoiare. Mangiare sempre le stesse cose, anche se rispettando l’equilibrio nutrizionale imposto dalla dieta non consente di spaziare tra i tanti prodotti che abbiamo a disposizione.

Il pasto deve essere digeribile. È vero che i fritti e le belle portate pesanti della domenica sono proprio quello che desiderate, ma la dieta non vi lascia scampo: bisogna cucinare sempre cose leggere che non provocano sonnolenza, soprattutto a pranzo. I bambini, ad esempio, devono poter avere l’energia giusta per fare i compiti nel pomeriggio.

La quinta regola è molto generale e dev’essere estesa a tutti gli elementi che nella dieta possono far male: insomma, la regola è moderazione e questa vale per gli alcolici e per il sale.

La sesta regola non ha a che fare con la tavola ma un consiglio utile, quello di abbinare la buona cucina all‘attività fisica, almeno un’ora al giorno. Riduce i rischi di diventare obesi.

Se poi pensate di avere bisogno anche di indicazioni riguardo l’equilibrio dei cibi, allora si ricorda che è importante consumare in modo adeguato latte e derivati, uova, carni e pesce, eliminando tutti gli alimenti che impediscono l’assorbimento corretto di ferro, calcio e vitamina B12.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>