Cosa fare con il bollito dopo aver preparato il brodo caldo

di Alba D'Alberto Commenta

Avete messo su il brodo per fare la stracciatella o le scrippelle, come vuole la migliore delle tradizioni natalizie del Centro Italia ma adesso, visto che non è il caso di sprecare nulla, bisogna trovare una soluzione per consumare il bollito nel migliore dei modi. Sarebbe sufficiente un bel barattolo di sottaceti ma noi abbiamo scomodato la cucina piemontese. 

Il bollito può essere recuperato ottemperando agli obblighi di una ricetta piemontese che impone di sfruttare il bollito per la preparazione di una gustosa e morbida insalata. Ecco in che modo. 

Ingredienti

  • 500 gr di carne di manzo
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 carote medie
  • 1 rametto di salvia
  • sale fino
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso
  • 1 pomodoro medio
  • 1 cipolla media e una cipolla piccola
  • 1 cuore di sedano e 2 gambi di sedano con le foglie
  • 1 ramo di rosmarino
  • 2 cucchiai di sale grosso
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3-4 rametti di prezzemolo

Preparazione

In una pentola mettete la cipolla, l’aglio, le carote, la salvia, il rosmarino, il gambo di sedano il sale grosso e due litri di acqua portando tutto ad ebollizione. Quando l’acqua bolle aggiungete il manzo e coprite la pentola, cuocendo a fuoco vivace fino a che la carne è cotta del tutto. A quel punto mettete il bollito a raffreddare e occupatevi della verdura per l’insalata. 

Tagliate il cuore di sedano, tritate il prezzemolo, tagliate la cipolla rimasta molto sottile e il pomodoro a dadini. Unite il bollito tagliato a pezzetti e alla fine condite tutto con sale, olio e aceto. L’insalata così preparata va rimestata e servita tiepida o fredda. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>