Il kebab, conosciuto anche come kebap, è un piatto a base di carne tipico della..

foto kebab
Il kebab, conosciuto anche come kebap, è un piatto a base di carne, tipico della cucina mediorientale.

Questo cibo ha conosciuto un grande successo in tutto il mondo per il suo sapore unico, per i suoi costi ridotti e per il fatto di essere un`alternativa etnica ai fast-food americani.

Il termine kebab deriva dal turco “Dà¶ner Kebap” che significa semplicemente carne che gira, non a caso anche il termine greco gyros e il termine arabo shawarma, usati per indicare lo stesso tipo di prodotto, hanno lo stesso significato.

E` la sua cottura così particolare a dare al kebab quel gusto inconfondibile che gli appartiene.

La carne, se volete un kebab originale, deve essere o di agnello o di montone o di vitello o di pollo ma non di maiale, visto che la cultura mussulmana la vieta; il kebab fatto con carne di maiale può, in realtà , essere soltanto il gyros greco.

Il metodo di cottura classico è lo spiedo verticale; la carne viene tagliata in fette sottili, condita con varie spezie, salata e infilzata nello spiedo (a volte può essere anche marinata).


Le fette disposte l`una sopra l`altra creano un grande cilindro sulla cui estremità  superiore vengono poste le parti più grasse della carne, in modo che durante la cottura il grasso coli e insaporisca il kebab.

In passato lo spiedo veniva avvolto dalla brace, disposta intorno alla carne verticalmente e coperta da apposite griglie; oggi si usano invece strumenti adatti a gas o a corrente elettrica.

La particolarità  del piatto sta nel fatto che la carne cuoce per molto tempo, divenendo incredibilmente tenera e acquistando un sapore inconfondibile.

Il kebab viene tagliato verso l`interno dal basso verso l`alto per lasciare il grasso sulla carne in modo che non si secchi; in passato quest`operazione veniva effettuata con un coltello oggi esistono invece apposite macchinette.

La carne, ridotta così in pezzetti sottili può essere servita nei classici panini o come piatto unico accompagnata da qualche insalata. Il pane usato è di solito il pane arabo, molto simile a una piadina, ma anche la pita greca, una sorta di pizza schiacciata e fritta. La carne può essere accompagnata da pomodoro, lattuga, verdure miste, patate fritte e varie salse (humus, tahini, tzatziki).


Esistono vari tipi di kebab: lo shish kebab, fatto con uno spiedino di carne o lo Iskender kebab con salsa di pomodoro e burro.

In Grecia la pita viene servita anche col bifteki, una specie di hamburger, col lukaniko, una salsiccia molto gustosa e con i suzukakia, polpettine gustose e molto aromatiche.

Chiara Cimini

Commenti (10)

  1. Si… ma la ricetta n’do sta?

  2. si puo’ fare solo se ai i macchinari adatti e la carne adatta

  3. Signes astrologiques stability horoscope annuel gratuit 2012

    My page free Lifetime Dating

  4. Be thankful. A lot of facts!

    My web blog book of sex.com

  5. I am truly adoring the particular theme/design of your own weblog.
    Do you realy ever come across just about any browser compatibility issues?
    A few of my own blog site audience have reported
    about my site maybe not operating correctly in Explorer however looks fantastic within Chrome.

    Do you have just about any information to assist correct
    this issue?

    My web page facebbok of sex

  6. ?t is truly a ni?? and he?pful piece ?f info.
    I’m happy that you shared this helpful info with us.
    Please keep us inform?d like this. Thank you for sharing.

    Feel f?e? to visit my web pag?; xxx

  7. Please let me know if you’re looking for
    a article author for your site. You have some really great articles and I think I
    would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d absolutely love to write
    some articles for your blog in exchange for a link sex back to mine.
    Please blast me an email if interested. Regards!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>