Tirosalata, taramosalata, melinzanosalata e tzatziki

di Redazione 3

Cominciamo con lo tzatziki, una salsa di yogurt e cetrioli molto fresca, da gustare spalmata sul pane..

Oggi vorrei presentarvi alcune insalate di origine greca, veramente molto gustose e particolari, da proporre sulle nostre tavole natalizie in alternativa ai classici antipasti e contorni della cucina italiana.
Cominciamo con lo tzatziki, una salsa di yogurt e cetrioli molto fresca, da gustare spalmata sul pane o accompagnandola a della carne, per esempio al gyros o ai souvlaki. Per prepararla abbiamo bisogno di: yogurt greco (quello denso per capirci, detto anche straghistò), cetrioli, aglio, olio d`oliva, sale e pepe. Priviamo i cetrioli della buccia, li grattugiamo e strizziamo le striscioline così ottenute in modo da evitare che la nostra salsa risulti troppo liquida. Tritiamo finemente l`aglio e uniamo tutti gli ingredienti mescolando fino a far assorbire l`olio. Guarniamo il piatto con olive nere o verdi e lasciamo riposare in frigo per qualche ora.

La tirosalata è una crema di formaggio greco, un po` piccante, molto semplice da preparare. Gli ingredienti di cui abbiamo bisogno sono formaggio greco feta, peperoncini verdi piccanti (ma anche rossi vanno bene), olio d`oliva. Frulliamo tutti gli ingredienti col mixer e guarniamo la salsa così ottenuta con olive, fettine di pomodoro e ciuffetti di prezzemolo.

Per preparare invece un`ottima melinzanosalata, una crema di melanzane da servire accompagnata col pane, gli ingredienti di cui occorre munirsi sono: melanzane, olio d`oliva, aglio tritato, aceto, sale e pepe. Laviamo le melanzane e pratichiamo con una forchetta dei piccoli fori sulla buccia. Lasciamo cuocere le melanzane nel forno per circa mezz`ora e non appena risultano morbide, le estraiamo e le lasciamo raffreddare. Dopo averle tagliate a metà , raccogliamo la polpa con un cucchiaio e la tritiamo finemente. Aggiungiamo alla crema così ottenuta il resto degli ingredienti e mescoliamo fino ad ottenere un composto morbido a cui, se lo si desidera, possiamo unire un po` di yogurt greco per dare una maggiore cremosità . Il piatto va servito freddo e guarnito con fettine di pomodoro e prezzemolo.

Infine per la nostra taramosalata , un composto a base di uova di pesce (tarama appunto), dal gusto veramente delizioso, abbiamo bisogno di: patate bollite (ma va benissimo anche del pane bianco ammorbidito con acqua), cipolla, succo di limone, olio, e ovviamente uova di pesce, preferibilmente salate.

Riduciamo in poltiglia le patate (o il pane, a seconda della nostra scelta) e successivamente lavoriamo il composto col tarama e la cipolla tritata finemente fino ad ottenere una crema omogenea. A questo punto, sempre continuando a mescolare, aggiungiamo l`olio e il succo di limone. Lavoriamo il tutto fino ad ottenere un composto soffice e serviamo la nostra insalata fredda accompagnata da fette di pane e crostini dorati.

Commenti (3)

  1. questi dolci sono ottimi anche se nel ripieno al posto delle castagne si mettono dei ceci lessati e passati al mulino, scorza di arancia grattuggiata e cioccolato fondente grattuggiato.

  2. Avrei due domande sulla taramosalata:

    – Avete idea di dove si possa trovare in italia la tarama? Io a roma non sono riuscito a trovarla.

    – Ho il sospetto che, in mancanza della tarama, la ricetta si possa fare anche con la bottarga. Che ne pensate?

I commenti sono disabilitati.