Biscotti alla pasta di mandorle

di Alba D'Alberto Commenta

Un dolce tipico della tradizione siciliana, di una bontà unica e a cui non si può dire di no. Uno tira l’altro. Così sono presentati sul sito ufficiale di ricette dell’esposizione universale dove a questa ricetta è attribuita una difficoltà media e un tempo di preparazione di 30 minuti. 

file_56576796c8aec

Forse sarà più lungo scrivere gli ingredienti che spiegare la preparazione di questi dolcetti che potrebbero essere indicati per uscire indenni dalla Pasqua portando con sé i chili di troppo ma anche tanta dolcezza. 

Ingredienti

  • 200 grammi di Mandorle, pelate
  • 200 grammi di Zucchero, semolato
  • 50 grammi di Albume, Fare molta attenzione a metterne la quantità giusta
  • cucchiaio da tè di Vanillina, Una fialetta

Preparazione

  1. Tritate in un mixer le mandorle con lo zucchero fino ad avere una specie di farina.
  2. Aggiungete gli albumi e l’aroma alla vaniglia e amalgamate bene, fino ad avere un composto abbastanza solido.
  3. Fate dei ciuffetti utilizzando la sac à poche oppure fate delle palline schiacciandole con le mani.
  4. Decorate a piacere con delle mandorle, delle noci o delle ciliegie candite e lasciate riposare per almeno 10 ore (non in frigo e nel forno).
  5. Cuocete a 160°C per circa 10 minuti finché non sono leggermente dorati.
  6. Sfornateli e spolverizzate con zucchero a velo.
  7. Sono ancora più buoni se mangiati il giorno dopo.

Le mandorle tra l’altro sono ottime per la salute anche se questa lavorazione mette a repentaglio la cura della forma fisica. Sicuramente sono importanti per la salute del cuore. Scrive Mr-Loto: 

una proprietà importante delle mandorle è il ruolo della vitamina E che apporta benefici determinanti nell’attenuazione del rischio di attacchi cardiaci. Insieme ai grassi insaturi contribuisce a ridurre la crescita della placca aterosclerotica nelle arterie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>