Guida alle erbe aromatiche in cucina (parte II)

di Fabiana Commenta

Piccolo vademecum delle erbe aromatiche in cucina

erbeBasilico, prezzemolo, alloro… sono solo alcune delle erbe aromatiche che vanno usate fresche e che possono essere utilizzate in cucina per insaporire i nostri piatti e arricchire anche le preparazioni più comuni.

 

L’uso di erbe eromatiche (ma anche di spezie) inoltre, oltre ad esaltare il sapore della pietanza, consente di ridurre anche l’uso di sale, elemento non indifferente all’interno di una dieta salutare. 

Fra le altre erbe aromatiche utilizzate in cucina e che possono essere coltivate in un piccolo orto domestico o semplicemente sul balcone di casa, c’è sicuramente l’origano, utilizzato per la carne o nel pomodoro. È un’erba estiva che cresce da giugno a settembre e che viene legata in mazzetti, messa a testa in giù e lasciata seccare.

 

Anche la maggiorana in Italia è molto diffusa ed è simile all’origano, ma è molto più dolce e profumata.  Può essere utilizzata fresca o secca.

La salvia è un’erba molto utilizzata nella cucina e può essere utilizzata sia secca sia fresca: il sapore un po’ amarognolo la rende perfetta accanto ai formaggi freschi, con la panna o con la carne di manzo e maiale. 

 GUIDA ERBE AROMATICHE IN CUCINA

Se le foglie sono grandi possono essere anche fritte nell’olio e saltate in padella con il burro come condimento veloce per la pasta.

 

Particolarmente diffusa in Italia è anche la mentuccia, variazione della menta: è rinfrescante e molto profumata ed è indicata soprattutto per insaporire carni dal sapore un po’ forte come ad esempio l’agnello.

Simile al finocchio e all’anice, è l’aneto, molto utilizzato anche nella cucina francese, perfetta per le marinate, le insalate e le salse per il pesce. 

 

Il timo è una pianta che cresce spontaneamente ed è molto versatile, ottimo per condire carne, pesce, verdure o minestre. 

L’erba cipollina è molto diffusa in cucina: è piuttosto simile alla cipolla, ma è decisamente più delicata. Può essere utilizzata tritata o tagliuzzata per insaporire le insalate, le salse o i formaggi freschi ed è molto decorativa. 

 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>