Lumache alla calabrese

di Alba D'Alberto Commenta

Tra ottobre e novembre, con le prime pioggie battenti, non c’è niente di meglio che aspettare un filo di sole per andare alla ricerca delle lumache. In Calabria, le lumache tradizionali, sono quelle medio-piccole, dette anche “cozze di terra”, ed hanno un gusto molto delicato. Non è un caso che, nei mesi autunnali, siano le protagoniste della tavola.

Ingredienti

Lumache sgusciate e pulite – 800 grammi

Pomodori concentrati – 100 grammi

Origano – un cucchiaio

Olio extravergine di oliva – 4 cucchiai

Cipolle – 300 grammi

Sale – quanto basta

Peperoncino rosso in polvere a piacere

 

Preparazione

Tritare la cipolla e metterla a dorare all’interno di una pentola con 4 cucchiai di olio.  Nel momento in cui la cipolla sarà dorata, è possibile aggiungere le lumache e farle rosolare per un minuto. Successivamente occorre aggiungere dell’acqua calda fino a coprirle, un po’ di sale (o, per dare maggiore sapore, un dado di carne), e farle poi cuocere per almeno quarantacinque minuti a fuoco basso. Al momento dell’inizio della cottura bisogna coprire la pentola con un coperchio (ed aggiungere eventualmente dell’acqua calda, se necessita, fino al termine della cottura).

Quando le lumache saranno abbastanza asciutte, sarà il momento di aggiungere il peperoncino in polvere e il concentrato di pomodoro: lasciare rosolare le lumache fino a che il concentrato sia ben amalgamato, per poi aggiustare di sale. Dopo di ciò si può spegnere il fuoco e aggiungere un filo di olio di oliva crudo e l’origano ridotto in polvere sottile; servite in piatti fondi o pirofiline monoporzione, accompagnati da fette di pane casereccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>