Risolatte al cardamomo, semplice e mediterranea

di Alba D'Alberto Commenta

Sin da quando ero piccola adoravo fare colazioni e merende con il risolatte, quello  in vasetto acquistato nei supermercati, nel reparto yogurt, così un giorno ho deciso di provare a farlo in casa e dopo vari tentativi…risultato sorprendente, il sapore era proprio quello che ricordavo!

Così si apre la presentazione della ricetta a base di risolatte proposta sul sito dell’EXPO dove la chef continua così l’introduzione ad una ricetta semplice:

Da poco mi sono avvicinata alla cucina indiana ed ho scoperto che uno dei dolci più diffusi è il Kheer, simile al nostro risolatte (che in realtà non è “nostro” poichè la sua provenienza è greca) ma aromatizzato al cardamomo e pistacchi. Un’altra differenza è l’utilizzo del riso basmati, al posto del riso originario, che viene in questo caso anche tostato e tritato. Io però, affezionata alla consistenza del risolatte greco, preferisco usare un riso a grani piccoli, tondi e ricchi d’amido.  

Ingredienti

  • 1 litro di Latte intero
  • 150 grammi di Riso a chicco corto, originario
  • 50 grammi di Zucchero
  • 1 cucchiaio da tè di Cardamomo, in polvere
  • 30 grammi di Pistacchi

Preparazione

  1. Versate in una pentola il latte, lo zucchero e il cardamomo, portate ad ebollizione a fuoco medio.
  2. Aggiungete il riso e fate cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. 
  3. Quando il riso avrà assorbito gran parte del latte e la consistenza sarà cremosa spegnere il fuoco e lasciar raffreddare. Bisogna fare attenzione alla cottura poiché, dato che il riso continua ad assorbire il latte anche una volta spento il fuoco, è meglio che la consistenza sia leggermente più liquida che densa così il risultato finale sarà quello desiderato.
  4. Tritare grossolanamente il risolatte con un frullatore ad immersione, per pochi secondi. 
  5. Potete servire il risolatte tiepido o dopo averlo tenuto qualche ora in frigo, cospargete la superficie con i pistacchi tritati al coltello. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>