Le 2 ricette per chi torna da un viaggio in Spagna

di Alba D'Alberto Commenta

Chi rientra da un viaggio in Spagna ed è entrato a contatto con la cultura del posto anche e soprattutto attraverso il palato, una volta rientrato in Italia ha bisogno di almeno due primi piatti per riconciliarsi con la gastronomia tricolore. 

Dopo aver letto un articolo interessante sugli errori da non commettere nelle preparazione del minestrone, sempre su Dissapore troviamo le ricette che aiutano gli italiani che sono andati all’estero a riconciliarsi con la gastronomia tricolore una volta arrivati in Italia: spaghetti al pomodoro sempre e per chi è andato in Spagna anche un buon risotto. 

Gli spaghetti al pomodoro sono praticamente obbligatori e non servono troppi ingredienti: 

In una padella sufficientemente larga fate soffriggere della cipolla rossa tagliata fine con dell’olio di oliva extravergine. Appena la cipolla sarà dorata versate il contenuto di pomodori pelati e mischiate il tutto cercando di spezzettare il pomodoro in pezzetti. Nel frattempo fate bollire abbondante acqua in una pentola alta per spaghetti. Appena l’acqua bolle, tuffate all’interno gli spaghetti, meglio se trafilati al bronzo, aggiungendo poco più di mezzo cucchiaio di sale. Di tanto in tanto mischiate il pomodoro aggiungendo del sale (1/4 di cucchiaio).

Appena gli spaghetti saranno cotti, scolateli e versateli dentro la padella contenente il pomodoro e spadellate al fine di amalgamare il tutto aggiungendo il basilico. Versate nei piatti caldi spolverando con del formaggio grana. Gli spaghetti al pomodoro e basilico sono pronti per essere apprezzati.

E se poi siete stati in Spagna il risotto per scalzare via tutta la pajella che è in voi, è d’obbligo. Potete buttarvi su: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>