Triglie all’anconetana

di Fabiana Commenta

Un classico della cucina marchigiana

Le triglie all’anconetana sono un piatto tipico delle Marche e si contraddistinguono per essere un piatto della categoria mari e monti che uniscono il sapore del pesce con quello della carne.

In pratica si tratta di pesce farcito con il prosciutto crudo e il risultato è davvero ottimo…

Vediamo gli ingredienti necessari e passi della preparazione.

 

 

 

INGREDIENTI 

4 triglie

  • 4 cucchiai di succo di limone
  • Sale
  • Pepe macinato
  • 90 gr di prosciutto crudo
  • Olio extravergine d’oliva
  •  Uno spicchio d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • Prezzemolo
  • Buccia di limone grattugiato
  • Vino bianco

BRANZINO IN CROSTA DI MANDORLE

PREPARAZIONE

 

Prima di procedere alla preparazione del pesce riscaldate il forno a 200 gradi. Preparate le triglie: lavatele sotto l’acqua fredda e squamatele passando la parte tagliente del coltello dalla coda fino alla testa.

Staccate la testa e poi mettete il dito nel ventre lasciandolo scorrere per eliminare le interiora.

Aprite le triglie a libro, poi togliete anche la lisca, ma senza togliere la coda in modo tale che i due filetti di pesce restino uniti. 

Eliminate con una pinzetta eventuali lische attaccate e poi asciugare le triglie: volendo potreste usare dei guanti di lattice usa e getta. 

Asciugate le triglie e poi insaporite tutti i pesci con il succo di limone all’interno e all’esterno, poi aggiungete sale e pepe. Lasciate riposare le triglie per circa un’ora in frigorifero in modo tale da lasciarle insaporire. 

Avvolgete ogni pesce con le fette di prosciutto crudo e sistemateli in una teglia unta con l’olio d’oliva. 

Tritate il rosmarino e il prezzemolo, poi mescolate il tutto con la buccia di limone e il vino bianco, aggiungete anche l’aglio sbucciato e tritato per insaporirle. 

Distribuite tutto il composto preparato sulle triglie, poi lasciatele cuocere nel forno ben caldo per circa 20-25 minuti.

Terminata la cottura servitele subito guarnendo il piatto con del rosmarino. 

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>