Scapece alla vastese

di Fabiana Commenta

Un piatto di pesce della tradizione abruzzese

Lo scapece alla vastese è un piatto della tradizione culinaria abruzzese e di antiche origini: si dice che le origini del piatto siano legate alla Puglia e alla città di Gallipolli in generale, ma adesso viene comunemente associato alla cucina abruzzese. 

Lo scapece alla vastese (Vasto è in provincia di Chieti, in Abruzzo), è un piatto a base di pesce che viene generalmente servito come antipasto, che può essere conservato in frigorifero per molti giorni e servito all’occorrenza.

 

INGREDIENTI

  • 1 kg di pesce tipo palombo
  • Mezzo litro di aceto bianco
  • Mezzo cucchiaino di zafferano
  • Farina
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

 

MARINATURA NELL’ACETO

PREPARAZIONE

 

Preparate il pesce: pulitelo, togliere le lische e poi tagliatelo a fette o a pezzi. Mettete la farina all’interno di un recipiente e poi mettetevi via via i pezzi di pesce all’interno: infarinate ogni pezzo di pesce ed eliminate la farina in eccesso.

Fate scaldate l’olio all’interno di una padella e friggete tutti i pezzi di pesce lasciandoli dorare su entrambi i lati.

Togliete il pesce dalla padella e lasciate assorbire l’olio in eccesso con la carta da cucina e salate al punto giusto.

 

Adesso scaldate l’aceto all’interno di una pentola non metallica: spegnete la fiamma e togliete la pentola dal fuoco, poi versatevi lo zafferano e mescolate. 

 

 

Disponete i pezzi di pesce fritto, a strati, l’uno sull’altro all’interno di una pirofila e poi versatevi sopra la miscela di aceto e zafferano ancora calda. Il pesce dovrà essere completamente ricoperto della salsa.

 

Lasciate marinare almeno per 24 ore, poi conservare in frigorifero. Servite lo scapece alla vastese sgocciolato, come antipasto o come secondo piatto.

Potrete anche conservarlo in frigorifero per circa 30 giorni purché abbiate adoperato un tipo di aceto molto forte.

La ricetta originale richiede la preparazione del palombo, ma volendo potreste anche utilizzare altri tipi di pesce, come ad esempio il merluzzo, le spigole e in generale quello che preferite. La caratteristica del piatto è senza dubbio la marinatura.

 

Foto Thinkstock

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>