Vino in Villa, 19 maggio 2013 al Castello di San Salvatore (Treviso)

di Fabiana Commenta

Il più importante appuntamento annuale dedicato al Conegliano Valdobbiadene

 

proseccoPer tutti gli amanti del vino l’appuntamento è per oggi, domenica 19 maggio con Vino in Villa, il Festival Internazionale del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.

L’iniziativa, giunta alla ventiseiesima edizione, si tiene come di consueto presso il castello di San Salvatore di Susegana del XII secolo, presso Treviso e rappresenta il più importante appuntamento annuale dedicato al Conegliano Valdobbiadene. 

Quest’anno saranno presentati oltre 250 vini da 65 aziende in un appuntamento interamente dedicato all’area storica di produzione del Prosecco che nasce proprio con l’intenzione da parte del Consorzio di Tutela di far conoscere il territorio a tutti gli operatori del settore e ai consumatori.

Dopo l’anteprima di ieri riservata agli operatori, da oggi la manifestazione è aperta al pubblico. Molti gli appuntamenti proposti per gli appassionati e per i curiosi che vogliano scoprire qualcosa in più sul prosecco: dieci le cantine che resteranno aperte per offrire la possibilità di visite interne e naturalmente di degustazioni di approfondimento per gli appassionati.

Non solo bollicine, ma anche cibo: per tutto il mese di maggio sarà possibile anche conoscere meglio il prosecco grazie ai Menu del Conegliano Valdobbiadene che saranno proposti in 21 ristoranti della zona per capire gli abbinamenti migliori fra le bollicine Docg di Conegliano Valdobbiadene e i prodotti tipici della cucina veneta. In programma anche incontri con gli esperti e seminari. 

Vino in Villa è anche l’occasione per poter scoprire le bellezze artistiche della zona anche in concomitanza della Notte europea dei Musei e apprezzare come il territorio, già candidato come Patrimonio dell’Unesco, rappresenti un riuscito connubio fra le bellezze naturali impreziosite dall’intervento dell’uomo attraverso l’arte e l’architettura.

Il Conegliano Valdobbiadene viene prodotto in 15 comuni situati fra le colline tra Conegliano e Valdobbiadene e prodotto nelle versioni Brut, Extra Dry e Dry a seconda del residuo zuccherino presente. Dal più secco, il Brut, la versione più moderna, all’Extra Dry, la versione più diffusa, al più amabile e meno diffuso, il Dr che esalta il fruttato naturale.

Per tutti i gusti.

 

 

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>