Vendemmia 2008

di Gabriele Commenta

Siamo in pieno periodo di vendemmia, le attività  nelle cantine di tutta Italia si fanno frenetiche. C`è molto ottimismo sui frutti di questa annata, dopo i dolori e il disappunto della scorsa stagione...

vendemmia_g

Siamo in pieno periodo di vendemmia, le attività  nelle cantine di tutta Italia si fanno frenetiche.

C`è molto ottimismo sui frutti di questa annata, dopo i dolori e il disappunto della scorsa stagione, che si è rivelata la più povera degli ultimi sessanta anni con 40.5 milioni di ettolitri.

La vendemmia 2008 finora è stata generosa
e la previsione per questa annata sarà  di un incremento almeno del 10% della produzione, che si traduce in 49 milioni di ettolitri di vino immessi sul mercato.




Oltre che di quantità  sarà  una vendemmia di qualità , si prevede di destinare il 60% delle uve alla produzione di etichette DOC, IGT e DOCG. Grandi opportunità  per le esportazioni, visto che la Francia ha fatto sapere che questa vendemmia sarà  la più povera degli ultimi otto anni, stimando una decremento medio del 10%.

Questo significa che assisteremo ad un primato, collocandoci sopra i cugini d`oltralpe in termini di ettolitri prodotti.

Nuovi mercati da esplorare, quelli del nord Europa, con la possibilità  di confezionare vini pregiati in tetrapack, contenitore largamente usato in questi paesi.

A questa avventura commerciale potranno partecipare solo le DOC il cui disciplinare prevede tale confezionamento.

Certamente i puristi dell`enologia avranno già  storto il naso a questa prospettiva, ma non andrà  a discapito della qualità  delle DOC italiane, sarà  una opportunità  di crescita che, nel particolare momento dell`economia italiana, non è possibile sottovalutare.

Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>