Black Russian

di laura86 Commenta


Il cocktail è una bevanda ottenuta dalla combinazione di elementi alcolici, non alcolici e aromi. Un cocktail di buona fattura deve avere struttura, aroma e colore bilanciato. Il termine cocktail apparve per la prima volta nell’edizione del 16 maggio 1806 del Balance and Columbian Repository. Da allora si sono diffusi in tutto il mondo e ne sono stati inventati tantissimi. Tra i più famosi troviamo il Long Island Ice Tea, il Bloody Mary, il Cosmopolitan, la pina colada. Tutti noi possiamo creare il proprio cocktail a nostra immagine e somiglianza, stando attenti però a non esagerare.

Il Black Russian è un cocktail a base di Vodka creato nel 1949 da Gustave Tops, barman di uno dei più famosi hotel di Bruxelles, l’hotel Metropole, per l’ambasciatore americano nel Lussemburgo Pearl Mesta. Si dice che l’ambasciatore richiedesse questo cocktail ogni giorno dopo i pasti. Il nome deriva dal colore del cocktail, nero, e il liquore presente in maggior parte la vodka che è di origini russe.

INGREDIENTI
7 parti di vodka
3 parti di liquore al caffè
7 cubetti di ghiaccio

PREPARAZIONE
Mettere circa 7 cubetti di ghiaccio in un bicchiere del tipo old fahioned ed agitarlo con un stirrer, ovvero un lungo cucchiaio in acciaio particolarmente adatto a miscelare il ghiaccio. Filtrare l’acqua e versare prima 7 parti di vodka ed in seguito 3 parti di liquore al caffè. Agitare il tutto e servirlo. Il bicchiere old fahioned è un bicchiere basso e capiente.
Oltre al Black Russian, esiste una sua famosa variante chiamata White Russian che prevede l’aggiunta della crema di latte agli ingredienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>