“Vinosofia” di Roberto Cipresso

di Gabriele Commenta

Ancora una volta il vino dimostra di non essere una semplice bevanda, ma cultura, tradizione , incontro..

Ancora una volta il vino dimostra di non essere una semplice bevanda, ma cultura, tradizione , incontro, filosofia e vita. Lo dimostra la presentazione del nuovo libro scritto da Roberto Cipresso, avvenuta la scorsa settimana al Kursaal Kalesa di Palermo.

Roberto Cipresso è uno dei più importanti enologi di fama internazionale, artefice di vini pluripremiati e protagonista delle più importanti aste di vini pregiati, che oltre a dedicarsi alla tecnica si diletta con la creazione di interessanti libri. Dopo il “Romanzo del vino”, “Vinosofia” è la sua seconda creatura.


Oggi vi consigliamo questo sorso di piacevole cultura. Il libro è scritto per quanti sanno o intendono capire che il vino è storia, fatica, amori, sogni, dolori, speranza. In una parola vita. Il libro è suddiviso in 38 “bicchieri” anziché capitoli, ed ogni bicchiere racconta l`origine, il carattere e le caratteristiche di ogni vitigno.

Diverso dalle solite e seriose guide dei vini; del syrah ad esempio l`autore dice: dal bermuda all`abito da sera il Syrah non ha dogmi, è un vino a tutto tondo e questa è la sua vinosofia. Gioite di questo bicchiere ammiccante che non è mai arrendevole, che si tratti di purissimo syrah del monumentale Hermitage francese o di shiraz zuccherino della svelta Australia, è un vino da affrontare a mente libera, per cogliere ciò che lui saprà  o desidererà  donarci.


Dunque questo libro non è altro che un viaggio tra le diverse varietà  per scoprire il carattere dei vini che sono compagni del nostro bere quotidiano. Una piacevole lettura serale alla scoperta del lato “filosofico” del vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>