Sgombri con aceto e cipolle in agrodolce

di Alba D'Alberto Commenta

Io l’aperitivo top, che poi può essere anche cena o pranzo light, ve lo dico, poi sta a voi scegliere tra il sacchetto di patatine chimiche e una voglia matta di nobilitare il pesce che – in sé – non è poi così nobile. Insomma prendete una cipolla e poi sugheri e sgombri. Semplice e… Prendete quei pesciacci che nessuno mangerebbe mai, perchè sono piccoli o perchè hanno un sapore fin troppo deciso. Ecco, prende due sugheri e due sgrombri non eccessivamente grandi. Poi prendete anche una cipolla e munitevi di due padelle con i bordi alti, una più grande per i pesci e una più piccola per la cipolla. Ma andiamo con ordine, come al solito. 

Ingredienti

  • 2 sugheri
  • 2 sgombri
  • 1 cipolla bianca 
  • 2 bicchieri d’aceto
  • olio EVO
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di sale, 
  • pepe qb

Preparazione

Nella padella più grande mettete i pesci, 2n bicchieri d’aceto e un po’ d’acqua e coprite la pentola facendo cuocere bene il pesce. Poi spinatelo e mettetelo in un recipiente ampio. 

Intanto mettete ad appassire la cipolla in una padella antiaderente e poi aggiungete qualche cucchiaio di aceto, lo zucchero e il sale e fate in modo che la cipolla non abbrustolisca mai. 

Servite i pesce cosparso di cipolla e olio. Il pane non deve mancare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>