Minestra di lenticchie e castagne per una dolce serata

di giannni puglisi Commenta

La minestra di lenticchie che abbiamo abbondantemente presentato per il menu della sera di Capodanno è un piatto ottimo da gustare anche nel resto dell’anno, ma è meglio variare la ricetta originale aggiungendo dettagli saporiti quali le castagne. Vediamo insieme come si prepara la minestra di lenticchie e castagne. 

Per evitare di saltare dalla finestra di fronte alla solita minestra, proviamo a variare quest’ultima aggiungendo qualche nuovo ingrediente. Buona e raffinata è la minestra di lenticchie e castagne con l’aggiunta di peperoncino piccante. Una minestra che riscalda l’atmosfera, addolcisce l’animo e vi rinfranca al termine di una giornata uggiosa. 

Ingredienti

  • 250 g lenticchie
  • 250 g castagne fresche (oppure secche 150 g)
  • 1 carota
  • cipolla q.b.
  • sedano q.b.
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • peperoncino fresco
  • qualche foglia di alloro
  • guanciale

Preparazione

Mettete a bagno le lenticchie per qualche ora con un cucchiaio di bicarbonato. Nel frattempo portatevi avanti con il lavoro preparando un soffritto di carota, cipolla e sedano da versare in una pentola con un fondo di olio extravergine di oliva. Poi affettate il guanciale a dadini e aggiungetelo al soffritto. 

Quando le lenticchie si sono ammorbidite, sciacquatele bene, strizzatele se necessario, poi aggiungetele al soffritto e fatele insaporire con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Alla fine coprire tutto con l’acqua e fate cucinare a fuoco moderato. I tempi sono variabili e dipendono dal tipo di lenticchia che avete scelto. In genere s’impiegano circa 40 minuti per ultimare la cottura. 

Intanto fate bollire anche le castagne incise, con qualche foglia di alloro e quando sono pronte fatele a pezzetti insieme al peperoncino aggiungendo il tutto alla minestra. Si consiglia di servire la minestra calda con un filo d’olio.