3 usi della polenta che possono convincervi

di Alba D'Alberto Commenta

La polenta non è un piatto estivo, quello è poco ma sicuro, però d’inverno, quando le temperature calano un po’ troppo, è un piatto che può dare conforto, può riscaldare. È sostanzioso e si presta a più di un uso. Vediamo qualche ricetta sfiziosa che di base ha la polenta ma poi va oltre quello che il palato riesce ad aspettarsi.

La polenta si può fare fritta, si può fare al forno ma si può anche gustare calda con una colata di sugo con la salsiccia e una spolverata di parmigiano. Indipendentemente dalle vostre preferenze ecco che tre ricette con la polenta. 

Ingredienti

  • 250 gr di farina per la polenta a cottura rapida, 
  • 1/2 litro di latte
  • 200 gr di crescenza
  • 6 foglie di salvia, 
  • 2 uova, 
  • 30 gr di grana grattugiato, 
  • olio di semi
  • sale e pepe. 

Preparazione

Versate l’acqua in una casseruola con il latte e il sale. Lavate e tagliate la salvia alla julienne e poi portate tutto al limite dell’ebollizione. Versate la farina a pioggia mescolando con la frusta per non avere dei grumi e fate cuocere tutto. Quando la polenta è pronta, toglietela dal fuoco e aggiungetevi la crescenza a tocchetti, il pepe, il grana e mescolate in modo energico fino a che tutti i formaggi siano amalgamati. 

Quando avete ottenuto un composto omogeneo, versatelo sulla carta forno e poi, una volta raffreddata, tagliatela a rettangoli delle stesse dimensioni, passateli nell’uovo e nel pangrattato e friggete in abbondante olio bollente. Sono da servire caldissime insieme alla crescenza. Sono ottime come antipasto. 

Potete servirle anche con il gorgonzola leggermente riscaldato sul fuoco immergendo i rettangolini nel formaggio morbido. Il terzo uso della polenta è quello classico, con una colata di sugo con la salsiccia e una spolverata di parmigiano. Un piatto decisamente adatto alle serate più conviviali. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>