Il benedetto, l’antipasto pasquale dei baresi

di Alba D'Alberto Commenta

Ci prepariamo ad un viaggio in Puglia, una delle regioni in cui il folklore si mescola tanto e meglio con la tradizione religiosa della Settimana Santa. E allora perché non approfondire anche qualcosa sul piatto tipico di Pasqua, su quello che è considerato antipasto? Il benedetto. Non poteva esserci un nome migliore per un piatto che dà il benvenuto alla Pasqua e anche alla primavera. Ve lo restituiamo con la ricetta presente sul blog Ammodomio. 

Ingredienti

uova sode
ricotta
arance
soppressata
rucola o insalata riccia
olive baresane
taralli bolliti
 

Procedimento

Un uovo sodo sapete farlo tutti, vero? Vabbé, ricordiamoci di mettere le uova in un tegame, ricoprirle di acqua fredda e metterle a cuocere, badando a quando l’acqua raggiunge il bollore. A questo punto, dobbiamo abbassare la fiamma, controllare che passino 7 minuti esatti e spegnere il fuoco. Dopo la cottura dovremo aggiungere acqua fredda e lasciar raffreddare le uova nella pentola.
Bisogna poi, affettare le arance con tutta la buccia; disporre su ogni fetta d’arancia una fetta di soppressata; mettere al centro la rucola, la ricotta e completare con le uova sode, i taralli e le olive. Un trucchetto per affettare le arance facilmente è quello di tenerle un po’ in freezer. Tagliarle tutte dello stesso spessore con la mandolina, sarà un gioco da ragazzi.
 
Come specifica il blog da cui abbiamo tirato fuori la ricetta: 
 
Gli ingredienti dell’antipasto barese per eccellenza, semplici, tipici, di stagione, hanno in sé tutto il valore simbolico della Pasqua. Quindi, se avete bisogno di un’idea dell’ultimo momento  per arricchire la vostra tavola di Pasqua, ben augurante, profumata e gustosa, eccovi accontentati! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>