Alternative alle patatine fritte quando decidete di essere salutisti

di Alba D'Alberto Commenta

Meglio un giorno da salutisti che una vita da ciccioni? Non proprio: mangiare con gusto e restare in forma è possibile a patto di avere un’alimentazione equilibrata. In fondo, anche se con il sorriso, siamo costretti a dare ragione agli scienziati che dicono che mangiare meno e mai fuori pasto, facendo esercizio fisico e respirando correttamente, sono l’antidoto ai chili di troppo. Ma le patatine fritte?

Per quanto possiate essere a dieta, amare la forma fisica e il cibo salutare, da quando è stato inventato il fritto, non c’è nessuno che riesca a farne a meno. Poi si può trascorre una vita a giustificare la propria golosità dicendo che “se si usa l’olio buono il fritto non fa male”. Insomma, per resistere davanti ad un piatto di patatine fritte, dovete o essere fermamente convinti che la dieta è necessaria, oppure avere già pronta un’alternativa. Ad esempio? Eccone qualcuna. 

1. Le patate al forno

Se le fate così, non riuscirete a notare la differenza: prendete le patate (quelle adatte alla cottura al forno), lavatele bene e senza togliere la buccia tagliatele sottili. Poi condite con il sale e spennellate con l’olio, quindi disponetele sulla placca foderata di carta forno. Basteranno 10 minuti in un forno a 200 gradi ventilato. 

2. Le melanzane al forno

In pratica dovete cuocerle come le patate ma prima vanno fatte scolare e riposare con il sale. Quando sono croccanti potete toglierle dal forno. 

3. Tutte le altre verdure che potete fare al forno

Insomma, il segreto è nelle dimensioni della verdura: dovete tagliare tutto in modo sottile, salare e poi spennellare con l’olio. Infornare in forno ventilato preriscaldato ma non troppo caldo. Dopo 10 minuti girate e controllatene la croccantezza. Sarà il vostro sesto senso del gusto a dirvi quando è ora di tirare fuori queste leccornie. Così potete preparare: zucchine, zucca, carote, cavolo, ravanello, barbabietola, ma anche banane e mele. Il tempo di cottura varia sulla base dell’ingrediente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>