I vantaggi della cottura con la lavastoviglie

di giannni puglisi Commenta

Domani mattina o domani a cena, per chi ha la tariffa bioraria, tutti a cuocere gli alimenti con la lavastoviglie che garantisce tre tipi di cottura, in media, e dei cibi praticamente cotti al vapore, quindi salutari. Sempre che abbiate voglia e bisogno di una cucina di questo tipo. 

In pratica è come cuocere al vapore, anzi è meglio. Il Gastronauta spiega un po’ di cose su questo metodo di cottura e ci ha convinto anche con la ricetta. 

Cosa si può cucinare in lavastoviglie? 

Provate a sostituire tutti i passaggi di una ricetta dove è prevista una cottura a bassa temperatura con quella in lavastoviglie. Provate con carni, pesci, molluschi, frutta, ortaggi. 
 

La ricetta della  frutta in vasetto (ingredienti per 2 vasetti)

1 mela
1 pera
1 arancia
2 cucchiai di zucchero di canna
1 punta di cannella
 
Lavate e tagliate a fettine sottili la frutta che preferite (mele, pere, arance). Suddividete la frutta tagliata in due vasetti di vetro; unite un cucchiaino di zucchero di canna, una punta di cannella e chiudete ermeticamente il vasetto con il suo coperchio. Caricate la lavastoviglie con i piatti sporchi. Posizionate il vasetto in modo che sia ben fermo. Introducete il detersivo nell’apposita vaschetta e fate partire il programma intensivo. Quando il programma sarà terminano aprite la lavastoviglie ed estraete il vostro dessert di frutta che potrete gustare subito o quando ne avrete voglia. Per renderlo più goloso e creare un contrasto caldo-freddo potete aprire il vasetto e servirlo con una pallina di gelato. 
 
Ci sono anche dei vantaggi per l’ambiente in questo sistema:
utilizzando la lavastoviglie per cucinare si risparmia acqua, energia e i grassi aggiunti che si utilizzano nella maggior parte delle cotture tradizionali. Praticamente si cucina a costo e impatto zero visto che si sfrutta il vapore del lavaggio. Ovviamente se invece si utilizzasse la lavastoviglie solo per cucinare si perderebbero tutti questi benefici.