Castagnaccio: ricette con le castagne

di Chiara Cimini Commenta

Il castagnaccio è un delizioso dolce appartenente alla tradizione toscana, preparato con castagne, uvetta, pinoli e aromi..

castagnaccio

Il castagnaccio è un delizioso dolce appartenente alla tradizione toscana, preparato con castagne, uvetta, pinoli e aromi.

Questo dolce nasce per saziare la popolazione povera, sfruttando uno dei frutti più abbondanti nel territorio toscano: la castagna.

Il castagnaccio oltre ad essere un prodotto economico è anche molto nutriente, visto che la castagna è un frutto ricco di carboidrati complessi, vitamine, potassio e fibre.



Pare che questo dolce fosse già  noto nel ‘500 e che il suo ideatore sia stato Pilade da Lucca, citato in un testo di Ortensio Orlando. Il castagnaccio è un prodotto tipicamente autunnale visto che la “vera” farina di castagne è reperibile solo a partire dalla metà  di novembre.

La versione originale di questo dolce prevedeva l’uso esclusivo della farina di castagne, olio e rosmarino, mentre oggi sono stati aggiunti altri elementi, come noci, uvetta e pinoli. Ma vediamo subito come preparare questa semplice e genuina delizia. Cominciamo elencando gli ingredienti principali: farina di castagne, detta anche farina dolce, latte, olio, uvetta, pinoli, noci, e zucchero. Innanzitutto mettiamo a bagno l’uvetta in acqua fredda e facciamo preriscaldare il forno a 180°.

Continuiamo setacciando la farina in una ciotola; aggiungiamo poi lentamente alla farina, il latte e lo zucchero, amalgamando con cura. E’ importante ricordare che la farina di castagne è già  molto dolce di per sé, per questo aggiungeremo poco zucchero all’impasto, non a caso la preparazione originale prevedeva la totale assenza di zucchero.

Uniamo al composto ottenuto anche l’olio e un pizzico di sale, cercando di ottenere un preparato liscio e omogeneo. Asciughiamo l’uvetta e l’aggiungiamo all’impasto. Ungiamo una teglia con dell’olio e vi versiamo il castagnaccio. La tradizione vuole che questo dolce risulti piuttosto basso, quindi la tortiera adoperata per la cottura non dovrà  essere molto alta.

Decoriamo la superficie del dolce con pinoli e gherigli di noci e cospargiamo il tutto con un filo d’olio. Poniamo nel forno caldo per circa un’ora a 200°. Non appena il dolce si sarà  asciugato e mostrerà  delle crepe sulla superficie potrà  essere estratto dal forno.

Serviamo il dolce freddo accompagnato con della ricotta fresca o del miele di castagno. Se volete rispettare la ricetta originale, potete, inoltre, decorare la superficie del castagnaccio con degli aghi di rosmarino.

Se vuoi usare la frutta per preparare dei gustosissimi dolci, consiglio di leggere come preparare la frutta sciroppata.

Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>