Pizzoccheri valtellinesi ricetta

di admin 4

Proprio nel paese di Teglio è presente una vera e propria accademia che valorizza la cucina composta..

I famosi pizzoccheri valtellinesi, preparati nella ricetta originale

Una ricetta da provare è decisamente quella per cucinare i famosi pizzoccheri alla valtellinese. I pizzoccheri sono un piatto molto pesante tipico della cultura contadina di montagna che ha origini nel paese di Teglio dal quale tutta la Valtellina ne eredita il nome, infatti si pensa che l’etimologia della parola Valtellina derivi appunto da Val Teglina che, con il passare degli anni, questa ha avuto la trasformazione che conosciamo oggi.

Proprio nel paese di Teglio è presente una vera e propria accademia che valorizza la cucina composta da pizzoccheri e sciat (un’altro piatto tipico della valle).

La preparazione dei pizzoccheri è molto semplice anche se richiede una buona mezz’ora per la preparazione.

Innanzitutto procuratevi

  • – circa 400 grammi di formaggio valtellinese
    leggermente grasso e stagionato ma non troppo, come per esempio un “casera stagionato” (il più usato) o il bitto (decisamente più saporito ma molto più costoso)
  • – 300/400 grammi di burro
  • – una mezza verza
  • – 5 patate
  • – aglio e salvia
  • – pizzoccheri, sempre se non vogliate fare voi stessi anche la pasta.

Su molti ricettari, alla voce pizzoccheri, tra gli ingredienti compaiono verdure miste come carote e coste, in realtà  la versione più gustosa è decisamente quella con le sole verze che mantengono un gusto dolciastro che meglio si sposa con il formaggio.

Non si sa se mettere le verdure miste sia sbagliato oppure no, in effetti questo piatto ha origini contadine e spesso le massaie di una volta preparavano i pizzoccheri con quello che si aveva in casa.

Per prima cosa mettete a cuocere le patate in una casseruola piena d’acqua, fate la stessa cosa con la verza tagliata a listarelle non troppo spesse.

Mentre le patate e le verze cuociono, tagliate il formaggio a piccoli cubetti e preparate in una casseruola il burro, la salvia e una mezza testa d’aglio che potete lasciare intiera per poi toglierla alla fine se questa potesse dare fastidio al palato.

Appena le patate e le verze sono cotte, tagliate le patate a cubetti non troppo piccoli e fate bollire l’acqua salata per metterci dentro i pizzoccheri che vanno cucinati come se fosse una normale pasta.

Nel frattempo fate sciogliere il burro con salvia e aglio e nonappena la pasta è pronta fate saltare in padella tutti gli ingredienti al fine di sciogliere bene il formaggio che deve filare e servite con una spolverata abbondante di pepe.

Come abbiamo visto, la preparazione dei pizzoccheri valtellinesi è molto facile, il consiglio è quello di assaporare i pizzoccheri all’ora di pranzo poichè il livello energetico è decisamente molto alto per via della presenza del burro e del formaggio. Quello che abbiamo appena visto è un piatto molto ricco e prelibato che fa parte della cultura dei valtellinesi che in genere mangiano i pizzoccheri almeno una volta al mese.

Ecco di seguito il video che spiega passo passo la preparazione dei pizzoccheri valtellinese:

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>