Ricetta tacchino ripieno

di Gabriele Amodeo Commenta

Il tacchino ripieno è una elaborata pietanza molto apprezzata negli Stati Uniti tanto da diventare il piatto ufficiale..

la vera ricetta originale

Il tacchino ripieno è una elaborata pietanza molto apprezzata negli Stati Uniti tanto da diventare il piatto ufficiale del giorno del ringraziamento (Thanksgiving).

Anche in Italia viene preparato specie in occasione dei pranzi e cene del periodo natalizio. E` una pietanza molto coreografica e ispira un piacevole senso di abbondanza, inoltre si presta a convivi composto da un numero corposo di convitati, quindi perché non sfruttare l`idea magari per il cenone di capodanno?

Per il ripieno c`è solo l`imbarazzo della scelta, il nostro patrimonio gastronomico offre una miriade di spunti, formaggi e salumi gustosi magari, in modo da creare un contrasto piacevole con il sapore delicato della carne del tacchino.


Oppure un ripieno di verdure e vegetali, se si desidera renderlo più leggero e digeribile. In questo caso il limite è soltanto la vostra fantasia, il tacchino sarà  un contenitore che accoglierà  i sapori che più vi aggradano. La ricetta americana del tacchino ripieno è piuttosto semplice come ingredienti, tradizionalmente si utilizza un ripieno fatto con castagne lesse e pane raffermo.

Per 10-12 persone

  • 1 tacchino di taglia media (3 o 4 kg.) possibilmente già  pulito se non avete dimestichezza nel farlo
  • 600 gr. di castagne lesse e pelate
  • 250 gr. di burro
  • 250 gr. di pane raffermo sbriciolato
  • 1 cipolla bianca
  • 60 gr. di uva sultanina
  • 100 gr. di sedano
  • Prezzemolo tritato
  • Sale e pepe

Il ripieno. Creare un composto piuttosto omogeneo con le castagne lesse e il pane raffermo ridotto in briciole. Tagliare il sedano a tocchetti e la cipolla a fette sottili e farli saltare nel burro che avrete fatto sciogliere in una padella sufficientemente capiente. Unire le verdure e il burro fuso al composto di castagne includendovi anche l`uva sultanina e una manciata di prezzemolo tritato.

Preparare una teglia che possa contenere il tacchino intero e che abbia i bordi abbastanza alti per recuperare i sughi di cottura. Con un po` di burro spalmare ungendo sia le pareti interne che quelle esterne del tacchino e procedere con il riempimento, avendo cura di distribuire in maniera uniforme il ripieno disponendo e compattando il ripieno con le mani.

Al termine con dello spago per alimenti e un ago adeguatamente robusto cucire il tacchino per evitare fuoriuscite del ripieno durante la cottura. Prima della cottura il tacchino va accosciato, bisogna legare con dello spago le zampe lungo il petto in modo da tenerlo compatto durante la cottura. Infornare nel forno già  caldo a 180 gradi e predisporre un cucchiaio e un pennello per distribuire sul tacchino il sugo che si formerà .

Ogni 15 – 20 minuti questa operazione va ripetuta fino a quando punzecchiando le parti più carnose non si capirà  che il tacchino e cotto.

Per i contorni anche qui ci si può sbizzarrire, patate novelle al forno, verdure saltate o per rimanere fedeli alla tradizione americana del mais lesso.

Per il vino un rosso italiano senza dubbio, un Barolo ma anche un Nero d`Avola sono molto indicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>