Come si fa l’Alchermes

di Alba D'Alberto Commenta

L’Alchermes è un liquore tradizionalmente associato al comparto dolciario. Ecco le origini del suo nome, una piccola curiosità e la ricetta originale da usare per riprodurlo in casa. In fondo anche questo liquore può essere autoprodotto come molti altri liquori e conserve. 

L’alchèrmes ha un nome che deriva dall’arabo ??????, al-qirmiz, che significa cocciniglia. Il nome è usato per indicare tutti i liquori color cremisi, il cui termine deriva anch’esso dalla stessa parola. In Italia è usato per dolci e preparazioni di vario genere ed è considerato – nonostante il nome – un liquore tricolore. 

Ingredienti 

  • 7 gr di scorza di cannella
  • 4 gr di cocciniglia
  • 1,5 gr di macis
  • 1 gr di chiodi di garofano
  • 1 gr di cardamomo
  • 1 gr di vaniglia
  • 6 dl di acqua di rose, 
  • 350 gr di zucchero
  • 3,5 dl di alcol a 95° 
  • 0,5 l di acqua

Preparazione

Mettete le spezie a macerare nell’alcol e in 2 dl di acqua in un vaso a chiusura ermetica per due settimane. Agitate il composto un paio di volte al giorno. Sciogliete quindi lo zucchero in 3 dl di acqua, aggiungete questo sciroppo al macerato dopo averlo fatto raffreddare e fate riposare per un giorno intero. Filtrate e imbottigliate aggiungendo l’acqua di rose. 

La tradizione vuole che sia stato introdotto da Caterin a de’ Medici alla corte di Francia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>