Casatiello

di admin 1

Il casatiello è un cibo ricco di simboli: innanzitutto il pecorino, questo formaggio è..

casatiello
Il casatiello è una delle tradizionali torte salate che si consuma a Napoli durante le festività  pasquali. E` un pasto molto pesante, non a caso, a Napoli, si è soliti dire “si` propr` nu casatiell”, per indicare una persona molto noiosa e prolissa.

Il termine casatiello si ritiene derivi dalla parola “caso” che in dialetto significa formaggio, proprio per ricordare il suo alto contenuto di pecorino. Il casatiello è un cibo ricco di simboli: innanzitutto il pecorino, questo formaggio è prodotto col latte di pecora quindi si ricollega all`agnello, tradizionale metafora della resurrezione; poi ci sono i ciccioli, o meglio, per dirla alla napoletana i cicoli, questi pezzetti di grasso di maiale si ricollegano invece all`abbondanza; la farina, altro simbolo religioso, non dimentichiamoci che il pane è l`immagine del corpo di Cristo; infine le uova, anche queste rappresentazione della resurrezione.

Anche la forma del casatiello non è casuale, infatti, la sua struttura circolare e forata al centro rappresenta la corona di spine portata da Cristo. Parlando di casatiello non si può non parlare di tortano; i due prodotti sono simili poiché si basano sullo stesso impasto, ma differiscono per una particolarità : sulla superficie del casatiello vanno incastonate delle uova intere che cuocendosi nel forno diventano sode e assumono un sapore particolarissimo.

Di solito il casatiello, nella tradizione campana, viene consumato nel giorno della pasquetta, durante la classica scampagnata, dove nel cesto del pic-nic ritroviamo tutti gli avanzi dei giorni precedenti: tortano, pastiera, rustici, ecc…
Per preparare l`impasto del casatiello, gli ingredienti sono: farina, n`zogna (semplicemente lo strutto), lievito di birra, sale e molto pepe.
Disponete la farina a fontana e ponete al centro tutti gli ingredienti, compreso il lievito sciolto in un po` di latte tiepido.

Lavorate con forza il composto e lasciatelo riposare per circa 2 ore, in modo che raddoppi il suo volume. Per il ripieno avete bisogno di: salame napoletano, pecorino fresco e provolone da ridurre a cubetti. Stendete l`impasto, tenendone da parte un pezzettino, e disponetevi sulla superficie i salumi, i formaggi e i ciccioli. Arrotolate la pasta formando una ciambella e spalmate l`esterno con lo strutto. Ponete in una teglia e lasciate riposare. Infine disponete sulla superficie delle uova intere e ben lavate.
continua sotto…

Per tenere ferme le uova formate delle striscioline di pasta incrociate con l`impasto che avete tenuto da parte. Lasciate cuocere in forno a 180° aspettando che il composto diventi ben dorato. Il casatiello è ottimo da consumare anche nei giorni seguenti.

Chiara Cimini

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>