Babe in gridala per l’autunno top di Friuli Venezia Giulia

di Alba D'Alberto Commenta

Le ricette regionali, adesso che si avvicina l’autunno, devono essere andate a pescare in quelle regioni che della montagna fanno la loro ragione di vita. A noi piace andare a sbirciare nella gastronomia friuliana dove abbiamo scovato questa specialità, che altro non è che i funghi grigliati. 

Grazie a Il cucchiaio scopriamo che le babe in gridala (nome dialettale per i funghi arrosto) è una tipica preparazione autunnale del territorio. Invece dei porcini si possono usare anche gli ovoli (ceredàn di bosè) che di solito si gustano crudi condiditi con un buon olio. Cucinare sulla brace è tradizione della cucina del Friuli dove all’ ospite, in passato, non si negava mai una fetta di polenta abbrustolita sul camino sempre acceso. Altri classici piatti regionali preparati sulla brace sono l’ anguilla allo spiedo ( bisat nel stec ), il tonno sulla gratella o il capriolo arrosto.

L’esecuzione della ricetta è facile e il tempo di preparazione non vi porterà via più di 10 minuti cui si devono aggiungere gli 8 di cottura. Ogni porzione contiene circa 84 calorie. Praticamente anche light!

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di funghi porcini
  • olio
  • aglio
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pulite i funghi, tagliateli a fettine dello spessore di due centimetri, lasciatele insaporire in un piatto fondo con abbondante olio e uno spicchio d’ aglio schiacciato girandole più volte. Ponetele sulla graticola per pochi minuti, ritiratele, salate e pepate. Servitele ben calde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>