Brioche di Natale a forma di abete

La brioche di Natale a forma di abete è il dolce perfetto per la colazione del 25 dicembre. Non ve la sentite di impelagarvi nella preparazione del tradizionale panettone o del pandoro? Siete poco attratti dalle preparazioni lunghe e complicate? Allora la brioche di Natale a forma di abete è l’idea giusta, quella che vi aiuterà a portare in tavola un dolcetto morbido e profumato, che potete riempire con frutta mista secca e candita, spolverare di zucchero a velo e servire ai bambini o ai più grandi.

 

Croccante di mandorle, nocciole e uvetta

Sfizioso e facile da preparare: sono forse i due aggettivi che riescono ad identificare al meglio le caratteristiche del croccante, un dolce che potrete preparare in casa in pochi minuti.

Sebbene sia considerato soprattutto un dolce natalizio, in realtà il croccante è un dolce perfetto per tutte le stagioni: ingrediente indispensabile è la frutta secca (che tutti abbiamo in casa soprattutto a Natale), ma potrete anche arricchire il vostro croccante con altri ingredienti.

Chantilly allo zabaione con uva nera

Una delle più classiche ricette del periodo natalizio, consumata abitualmente nel corso delle lunghe festività ormai imminenti, è sicuramente quella dello zabaione la cui preparazione base può venir utilizzata per la realizzazione di numerosi altri dolci o creme o liquori.

Quello che vi stiamo per presentare, in questo senso, potrebbe rappresentare l’esempio perfetto di quello che abbiamo voluto intendere con la nostra introduzione giacché lo zabaione, che già vi abbiamo insegnato a preparare, viene unito alla panna, alle lingue di gatto e all’uva nera per comporre un dolce unico, gustoso ed originale.

Menu di Natale per i bambini

Molto spesso il Natale, come molte altre simili ricorrenze, si vive nel migliore dei modi proprio perché, nella semplicità e nell’essenzialità delle proprie cucine e dei propri salotti, si riunisce tutta la famiglia per vivere dei momenti di serena e pacifica, rassicurante, convivialità.

Naturalmente, data l’importanza dell’evento e il considerevole numero degli invitati, al pranzo o alla cena di Natale numerosissimi saranno i bambini che alleggeriranno e rallegreranno la serata coi loro giochi e la loro vivacità.

Dovremo dunque pensare, come ben saprà chiunque abbia dei bambini, ad un menu alternativo, adatto ai più piccoli, che sia al contempo gustoso ed adeguatamente leggero, così da non appesantirli troppo e da non fargli mangiare alimenti che, per il loro organismo in formazione, possano venir considerati inadatti o complessi.

Dolce Natalizio per i bambini

 

Molto spesso, nel redarre i propri personalizzati menu natalizi per il Cenone o il Pranzo di Natale, ci si dimentica dei più piccoli le cui esigenze alimentari, come molti sapranno, sono decisamente differenti da quelle degli adulti che mangiano, senza alcuna difficoltà, piatti fin troppo ricchi ed elaborati.

Vi sarebbe, dunque, la necessità di pensare a ricette, soprattutto di dolci, che anche i bambini possano gustare senza problemi, che sia saporita, genuina, perfettamente digeribile e, al contempo, adatta al ben più esigente pubblico degli adulti.

La soluzione che noi oggi vi proponiamo, ovverosia la classica torta mela ed uvetta dal sapore così natalizio, ci sembra quella ideale sebbene, tenendo in considerazione le nostre indicazioni, potrete tranquillamente preparare il vostro sano e leggero, artigianale, dolce natalizio per i bambini.

Pranzo di Natale 2011 ecosostenibile

Anche il Natale 2011, come da molti anni a questa parte, verrà vissuto da una buona parte della popolazione italiana all’insegna dell’ecosostenibilità, ovverosia della razionalizzazione delle risorse ecologiche, così che ogni aspetto delle festività, dai regali agli addobbi all’albero, sia naturale, economico ed ecologico.

Questa tendenza, gradita non soltanto poiché consente di rispettare l’ambiente bensì anche e soprattutto poiché garantisce un notevole risparmio sulle più comuni spese natalizie, è arrivata a riguardare, negli ultimissimi anni, anche il Pranzo e la Cena di Natale, nonché il Cenone di San Silvestro, che sono divenuti sempre più ecochic nella convinzione che una tale ricorrenza, soprattutto a tavola, possa essere estremamente raffinata nonostante la povertà e la genuinità degli ingredienti base.

Dopo Natale: pandoro alla stracciatella

Vi siete mai chiesti come consumare le enormi quantità  di pandoro che durante le festività  natalizie i vostri amici e parenti vi hanno regalato? Be’ la ricetta che ho deciso di presentarvi oggi vi aiuterà  a riutilizzare il pandoro avanzato, creando un dolce davvero delizioso: il pandoro alla stracciatella.

Il pandoro è un prodotto dolciario, tipico di Verona, che viene consumato soprattutto durante le feste di Natale. Le origini di questo prelibato dolce non sono ancora state accertate, si sa comunque che il termine pandoro si riferisce al tradizionale colore dorato dell’impasto. Secondo le voci più accreditate, il pandoro odierno sarebbe una derivazione del più antico “nadalin”, un dolce veronese, prodotto intorno all’ottocento, caratterizzato da una forma stellare.

Oggi, il pandoro, conserva del nadalin la tipica forma a stella con otto punte, e continua a presentare quel classico colore dorato grazie alla presenza delle uova.

Pandolce tra le dolcezze liguri

Questo dolce è tipico della tradizione culinaria ligure, e genovese in particolare. Il Pandolce, vanta origini molto antiche. Secondo la leggenda il Doge Andrea Doria nel XVI secolo, indisse un concorso gastronomico che coinvolgeva i più importanti e bravi pasticceri genovesi, affinché si adoperassero a creare un dolce che si ergesse a simbolo dello splendore e dell`agiatezza della città  di Genova, ma che fosse anche in armonia con l`indole marinara del popolo della città .

Doveva quindi essere anche un dolce che non andasse a male facilmente, durante le lunghe tratte delle navi genovesi. Sembra proprio che in occasione di questa manifestazione, fu inventato il prelibato e delizioso pandolce genovese.

Panone di Natale

Il nome piuttosto buffo, non smentisce la bontà  di questo delizioso dolce tipicamente natalizio, che appartiene alla tradizione culinaria di Bologna e della sua provincia. Il Panone di Natale è un dolce che è strettamente legato all`antica tradizione contadina del bolognese. Gli ingredienti principali utilizzati infatti, sono tutti prodotti che provengono dal territorio dell`Emilia-Romagna, come la deliziosa mostarda di mele cotogne, il miele ed i fichi.

Il Panone è un dolce dall`aspetto invitante e goloso, reso ancora più interessante da una guarnitura esterna fatta di cioccolato, frutta secca e canditi. Insomma il Panone di Bologna, non sfigurerà  di certo sulle tavole splendidamente addobbate in occasione delle festività  natalizie.